Rating Svizzera: Fitch conferma AAA, i tassi dei bond sono fra i più negativi al mondo

In Svizzera i tassi dei bond sono ancor più negativi che in Germania. Fitch conferma il rating AAA

di , pubblicato il
In Svizzera i tassi dei bond sono ancor più negativi che in Germania. Fitch conferma il rating AAA

Investire in Svizzera conviene ancora meno che in Germania. La piccola confederazione al centro dell’Europa si fa pagare per quasi l’1% in dieci anni per tenere in portafoglio i suoi bond. Il rendimento dei titoli di stato svizzeri a 10 anni è infatti sceso ulteriormente a 0,993%.

Ma questo è niente, dato che anche sulla lunghezza siderale dei 30 anni la Svizzera offre tassi d’interesse negativi (-0,55%) battendo perfino i solidi Bund tedeschi.

 

E non è tutto. Molte banche svizzere ora riconoscono interessi negativi persino sui depositi al di sopra di un certo importo. Quindi non solo i bond sono colpiti negativamente. Si colpiscono, in particolare i grossi patrimoni, quelli sopra il milione di franchi (Chf), ma anche in altre valute. E la cosa incredibile è che i facoltosi capitalisti non sembrano affatto preoccuparsi, né di detenere in portafoglio titoli di stato, né di lasciare ingenti quantità di denaro sul conto. Insomma, meglio pagare qualcosa e dormire sonni tranquilli, lontani dalle turbolenze dei mercati internazionali, che doversi preoccupare dei propri capitali.

Svizzera: debito/Pil al 28% 

Del resto l’economia svizzera è tra le più sviluppate del mondo grazie alla stabilità politica del Paese, all’efficienza dei processi amministrativi, alla competitività delle imprese, all’elevato livello della formazione delle risorse umane, alla ricerca e all’innovazione. Il debito pubblico sfiora il 28% del Pil e le casse della Banca Centrale sono piene zeppe di soldi. La piazza finanziaria svizzera, inoltre, è una delle più importanti al mondo e nelle banche svizzere sono detenuti molti capitali esteri. La Borsa valori di Zurigo è una delle più grandi del mondo, soprattutto per le negoziazioni dell’oro.

Fitch conferma rating AAA 

Anche per questo le agenzie di rating non hanno dubbi a conferire alla Svizzera il massimo gradi di affidabilità creditizia. In altre parole, prestare soldi al Paese rosso crociato è talmente sinonimo di garanzia che oggi bisogna pure pagare qualcosa per farlo. Lo ha ribadito anche l’agenzia internazionale Fitch confermando la valutazione AAA – la migliore possibile – con prospettiva stabile. Il prodotto interno lordo (Pil) per abitante si attesta per circa il 30% sopra la mediana dei Paesi che godono del voto AAA – sottolinea l’agenzia di rating americana -. Il rating così elevato della Svizzera è sostenuto anche dalle riserve valutarie del Paese e riflette l’esistenza di una politica economica e finanziaria solida e prudente, nonché di un debito pubblico che, in percentuale al Pil, è più basso dell’attuale media dei Paesi AAA mondiali.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami