BTp Futura 2037 (IT0005442097): come sta andando la quotazione al MoT di Borsa Italiana

Il bond retail del Tesoro con cedole step up è negoziabile sul mercato secondario da un paio di sedute. Vediamo i risultati.

di , pubblicato il
Quotazione del BTp Futura sul MoT di Borsa Italiana

Prematuro iniziare a fare un bilancio, ma dall’andamento della quotazione possiamo affermare che il debutto del BTp Futura 2037 sul Mercato obbligazionario Telematico (MoT) di Borsa Italiana non sia stato esaltante. Il bond retail emesso dal Tesoro la scorsa settimana ha ricevuto ordini per poco meno di 5,5 miliardi di euro. E da questo martedì risulta negoziabile sul mercato secondario. Un’occasione per quanti volessero cogliere quest’occasione di investimento, essendosela persa all’atto del collocamento.

Ieri, la quotazione del BTp Futura 2037 scendeva a 99,60 centesimi. Questo significa che il rendimento lordo alla scadenza risulta leggermente salito. Nulla di eclatante, ma passiamo dall’1,40% all’1,43%. Il dato lo si ricava dalla cedola media ponderata, che è per l’appunto dell’1,40% annuale. Sappiamo che il titolo stacca cedole step up: si parte dallo 0,75% per i primi 4 anni e si chiude al 2% degli ultimi 4 anni.

Quotazione del BTp Futura 2037 e rischio liquidità

Attenzione. Anche se la quotazione del BTp Futura 2037 è scesa sotto la pari e incrementa così il rendimento, non possiamo sommare in questo caso il doppio premio fedeltà offerto dal Tesoro dopo 8 anni e alla scadenza. Esso si ottiene solo avendo ordinato il titolo in fase di collocamento e detenendolo fino alle due scadenze indicate. Dunque, se hai in mente di acquistare il bond sul MoT, tieni conto che per te non ci sarà alcun premio fedeltà.

Ma veniamo ad altri aspetti clou emersi dalle prime due sedute. I contratti conclusi sono stati appena 671 e per un controvalore totale di 26 milioni di euro. Ciascun contratto in media ammonta a 38.750 euro. Dunque, è passato di mano la media di neppure lo 0,24% del capitale potenziale al giorno. Sappiamo che questo bond retail è stato riservato ai soli investitori individuali in fase di collocamento.

Ciò potrebbe tenere alla larga il comparto istituzionale anche sul mercato secondario. E ciò accrescerebbe il rischio liquidità per il bond retail. Esso si ha ogni qualvolta gli scambi sono rarefatti e le due parti del mercato trovano difficoltà a incontrarsi sul prezzo. Rivendere alla quotazione del BTp Futura desiderata potrebbe risultare meno immediato del previsto.

[email protected] 

 

Argomenti: ,