Quantitative easing alle porte. Pimco: comprate BTP e Bonos

I titoli di stato italiani e spagnoli sono i più meritevoli d’interesse da parte della BCE. Secondo il gestore di fondi obbligazionari, l’Eurotower inizierà ad acquistarli entro pochi mesi

di Mirco Galbusera, pubblicato il
I titoli di stato italiani e spagnoli sono i più meritevoli d’interesse da parte della BCE. Secondo il gestore di fondi obbligazionari, l’Eurotower inizierà ad acquistarli entro pochi mesi

Il momento per l’Europa è critico e la BCE è pronta a comprare titoli di stato. Ormai non è più una questione di “se”, ma di “quando”. Come emerso dai lavori del G20 in Australia, l’economia europea rischia di finire in recessione e da più parti s’invoca ormai un intervento energico da parte della Baca Centrale Europea. Così, il fatto che il presidente della Bce, Mario Draghi, abbia ricordato che l’Eurotower potrebbe agire nuovamente è sicuramente di supporto al mercato obbligazionario, sottolineano gli analisti di Commerzbank. Per gli esperti le speculazioni sul QE daranno nuovamente vita a quella dinamica di restringimento degli spread che si vede tutte le volte in cui l’Istituto procede con allentamenti monetari. Ma chi beneficerà maggiormente del quantitative easing?   Pimco sta comprando titoli di stato italiani e spagnoli   Sicuramente i paesi periferici più indebitati e con un peso rilevante all’interno della Ue, cioè Spagna e Italia. In una recente intervista rilasciata a Repubblica, Andrew Balls, capo degli investimenti del fondo Pimco che gestisce quasi 2.000 miliardi di dollari in bond a reddito fisso, suggerisce di acquistare BTP e Bonos. “Per il prossimo anno – afferma – prevediamo che la stabilità continui e stiamo investendo in bond sovrani italiani e spagnoli. Questi due Paesi negli ultimi anni hanno superato una serie di prove di stress. Prevedi amo un buon andamento dei mercati nel 2015. Tuttavia, se tra circa un anno gli investitori vedono che l’Europa non riesce a crescere, inizieranno a mettere in dubbio la sostenibilità del debito”.   La BCE lancerà il QE nel 2015   [fumettoforumright]Secondo Balls, “è improbabile” che la Banca centrale europea nel 2015 “resti ferma. Prevediamo che lancerà il quantitative easing, l’acquisto massiccio di titoli di Stato, tra sei mesi circa. Mario Draghi, il presidente della Bce, ha già gettato le basi. Alla Bundesbank non piacerà, ma che io sappia non ha un diritto di veto”. “L’opposizione al quantitative easing non mi sorprende. Ma dobbiamo renderci conto che la Bce può sempre agire come prestatore di ultima istanza, e lo farà. E’ una banca centrale che ha già dimostrato di saper essere di sostegno ai mercati. Immagino che l’Italia e la Spagna continueranno ad andare bene, in termini di spread, e mi sento tranquillo a investire dei loro titoli di Stato. Quelli sono mercati liquidi e questo per noi conta molto. Se cambiamo idea, possiamo sempre uscire in fretta. Pensiamo che i tassi spagnoli convergeranno su livelli quasi da nucleo duro d’Europa, tipo Francia o Belgio. Probabilmente lo spread fra Spagna e Italia si allargherà, ma ugualmente troviamo i titoli di Stato italiani attraenti per prendere rischio di credito”, continua.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Titoli di Stato Italiani, Btp

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.