Prestito obbligazionario Snam: nuova emissione da 1 mld

Il bond Snam scadenza gennaio 2019 ha una cedola annua del 5%

di , pubblicato il

Snam SpA (rating A- per Standard & Poor’s, Baa1 per Moody’s) ha concluso con successo il lancio di un’emissione obbligazionaria in euro a tasso fisso per l’ammontare nominale complessivo di 1 miliardo, in attuazione del Piano di EMTN (Euro Medium Term Notes) deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 4 giugno scorso.

Il prestito obbligazionario Snam Rete Gas scadenza gennaio 2019 ha una cedola annua del 5% e un prezzo di re-offer di 99,851 corrispondente a uno spread di 370 punti base sul tasso mid swap di riferimento.

L’operazione segue di pochi giorni il positivo debutto di Snam sul mercato obbligazionario, che ha portato la Società a raccogliere già 1 miliardo di euro circa, e consente di dare continuità al processo di raccolta di capitali avviato a inizio anno per raggiungere la piena indipendenza finanziaria. Le obbligazioni saranno quotate presso la Borsa del Lussemburgo.

Il collocamento, rivolto a investitori istituzionali, è stato organizzato e diretto da Banca IMI, BNP Paribas, BofA Merrill Lynch, HSBC, JP Morgan e UniCredit, insieme a Citi, Mediobanca, Morgan Stanley, Société Générale e UBS.

L’operazione ha fatto registrare una domanda pari a oltre 4 volte l’offerta, con un’ampia ed equilibrata diversificazione geografica. L’ottima qualità degli ordini conferma il favore della comunità finanziaria verso il credito Snam e permette alla Società di consolidare la propria presenza anche presso investitori orientati più al lungo termine.

Argomenti: