Poste Italiane, rating Fitch BBB con outlook stabile

La decisione è da collegare al rating sovrano BBB dell'Italia sceso su questo livello dal precedente BBB+ lo scorso anno

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La decisione è da collegare al rating sovrano BBB dell'Italia sceso su questo livello dal precedente BBB+ lo scorso anno

L’agenzia di rating Fitch ha confermato un rating BBB/F2 su Poste Italiane con outlook stabile. La decisione è da collegare al rating sovrano BBB dell’Italia sceso su questo livello dal precedente BBB+ lo scorso 21 aprile 2017 per via di risultati ritenuti deludenti nel campo del consolidamento fiscale e abbinati già allora al rischio politico. Già un anno fa Fitch affermava che l’Italia aveva fallito nel raggiungimento degli obiettivi del rapporto debito/Pil che nel 2016 era cresciuto al 132,6% (+0,5 punti percentuali). Fitch ricorda il ruolo di controllo dello Stato tramite il 35% del capitale di Poste Italiane in mano alla CDP e il blocco dei voti sopra il 5% per gli altri azionisti. L’agenzia ricorda inoltre i vincoli sui depositi del risparmio postale (circa 60 miliardi di euro) all’investimento in titoli pubblici o garantiti dallo Stato Italiano e i trasferimenti annuali da 250 milioni di euro circa che l’azienda riceve per compensare il servizio postale universale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ratings