Portogallo avvia collocamento bond a 15 anni

Dopo la Spagna, anche Lisbona si appresta a emettere titoli di stato a lunga scadenza. Atteso rendimento intorno al 4%

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Dopo la Spagna, anche Lisbona si appresta a emettere titoli di stato a lunga scadenza. Atteso rendimento intorno al 4%

Dopo il lancio di un bond spagnolo a 50 anni, anche il Portogallo si appresta a emettere carta a lunga scadenza. Come anticipato nei giorni scorsi, Lisbona intende emettere un nuovo bond con maturità a febbraio 2030 via sindacato e ha incaricato sei banche della gestione dell’operazione. Lo ha reso noto uno degli istituti di credito interessati, cioè Credit Agricole, Danske, Caixabi, Deutsche Bank, Morgan Stanley e Nomura. L’emissione dovrebbe essere lanciata e prezzata a breve, a seconda delle condizioni di mercato. Il lancio del nuovo titolo era atteso dopo che lo scorso 21 agosto il Tesoro lusitano aveva reso nota l’intenzione di emettere un Ot a lunga scadenza in autunno. Il Portogallo è uscito dal programma di salvataggio internazionale da 78 mld euro da pochi mesi e ha riguadagnato il pieno accesso ai mercati internazionali. Il nuovo bond segnerà un nuovo punto nella curva del debito lusitana. Il rendimento atteso è intorno al 4%.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Bond Portogallo, Titoli di Stato Italiani