Piave Servizi lancia minibond da 3 milioni di euro

Il minibond Piave Servizi (IT0005275166) ha durata sette anni, paga cedole del 4%, ed è negoziabile su ExtraMot Pro di Borsa italiana

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il minibond Piave Servizi (IT0005275166) ha durata sette anni, paga cedole del 4%, ed è negoziabile su ExtraMot Pro di Borsa italiana

Piave Servizi, societa’ con sede a Codogne’ di Treviso, sbarca per la prima volta il mercato del debito e quota il suo primo minibond sull’ExtraMot Pro di Borsa Italiana. L’azienda, nell’ambito di un’operazione complessiva di minibond da 6 milioni, ha quotato una prima tranche da 3 milioni in borsa.

 

Il minibond Piave Servizi prevede una durata di oltre 7 anni (scadenza 31 dicembre 2024), rimborso amortising e tasso fisso del 4%. Arranger dell’operazione e’ stata Banca Finint. L’operazione – spiega una nota – e’ stata realizzata nell’ambito del progetto Veneto Minibond con l’intervento delle banche di credito cooperativo del Veneto con il ruolo di co-investitori. Nel dettaglio, gli investitori del minibond sono per 2 milioni il fondo Veneto Minibond, mentre la restante parte e’ stata sottoscritta dai fondi gestiti da Finint Investments sgr, per una quota rilevante tramite la gestione del Fondo Pensione Solidarieta’ Veneto.

 

Minibond Piave Servizi 4% 2024

 

Il prestito obbligazionario Piave Servizi (IT0005275166) è costituito da trenta obbligazioni quotate del valore unitario nominale di 100.000 euro; la scadenza è fissata per 31 dicembre 2024, il tasso di interesse annuo applicato ammonta al 4% e le cedole saranno pagate su base semestrale a giugno e dicembre. L’obbligazione senior è callable, cioè può essere richiamata anticipatamente dall’emittente a propria discrezione secondo le modalità indicate nel prospetto informativo. I proventi saranno destinati al finanziamento degli interventi previsti dal piano economico finanziario di Piave Servizi approvato lo scorso 29 aprile 2016.

 

Piave Servizi, ricavi in crescita del 15,6%

 

Piave Servizi s.r.l. è una società a totale partecipazione pubblica, la cui compagine sociale è composta da 39 Comuni Soci della Provincia di Treviso e Venezia (c.d. “Sinistra Piave”), in cui gestisce il Servizio Idrico Integrato. La società svolge la propria attività in virtù dell’affidamento «in house providing» per 30 anni (scadenza il 31.12.2037) conferitogli con deliberazione del 21.02.2007 dell’Assemblea dell’A.A.T.O. (oggi Consiglio di Bacino) «Veneto Orientale» e relativa Convenzione sottoscritta in data 29.05.2008 nonché successiva conferma dell’affidamento e conseguente adeguamento della Convenzione con deliberazione dell’Assemblea del Consiglio di Bacino «Veneto Orientale» del 28.03.2014 a seguito della rideterminazione delle quote per il trasferimento di 11 Comuni. Lo scorso anno la società ha realizzato ricavi per 37,3 milioni di euro, in crescita del 15,6% rispetto al anno precedente e un risultato netto di 1,9 milioni, in rialzo rispetto ai 344 mila euro del 2015.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Minibond, Nuove emissioni, collocamenti