PBoC: lancia nuovi strumenti obbligazionari per investitori

In base ai dati di fine 2018, 1.730 mld yuan di bond cinesi risultano in portafogli esteri

di , pubblicato il
In base ai dati di fine 2018, 1.730 mld yuan di bond cinesi risultano in portafogli esteri

La Banca centrale cinese sta studiando in lancio di nuovi strumenti obbligazionari, compresi Etf (exchange traded fund) per attrarre gli investitori esteri. Pan Gongsheng, vice governatore della PBoC, senza dare tempistiche precise, ha puntualizzato che gli operatori dovrebbero prepararsi a investire in misura maggiore nel mercato finanziario di Pechino in quanto il Paese asiatico sta allentando ulteriormente le restrizioni.

Il banchiere ha poi fatto notare che gli investitori, lo scorso anno, hanno aumentato la loro esposizione all’obbligazionario cinese nonostante le aspettative di deprezzamento dello yuan, le pressioni sul fronte economico e le tensioni commerciali con gli Stati Uniti.

“Nonostante questo background gli investitori si sono mostrati entusiasti”, ha puntualizzato Pan, evidenziando che, in base ai dati di fine 2018, 1.730 mld yuan di bond cinesi risultano in portafogli esteri. Il vice governatore ha poi sottolineato che i rendimenti dell’obbligazionario di Pechino sono superiori a quelli degli Stati Uniti e del Giappone e ha esortato gli operatori a prepararsi all’inserimento di Pechino nel global bond index di Bloomberg. Pan ha poi promesso che il Governo cinese promuoverà anche l’utilizzo di strumenti derivati per aiutare gli operatori a proteggersi dai rischi di cambio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: