O.P. FARO quota su ExtraMot Pro minibond con cedola 6%

L’obbligazione short term O.P. FARO (IT0005285991) è costituita da soli 400 mila euro ed è negoziabile su ExtraMOT Pro

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L’obbligazione short term  O.P. FARO (IT0005285991) è costituita da soli 400 mila euro ed è negoziabile su ExtraMOT Pro

Un altro minibond short term sbarca in borsa. Dopo Datacol, ha preso formalmente il via alle negoziazioni sul mercato ExtraMOT Pro di Borsa Italiana anche il recente minibond lanciato da FARO, piccola società per azioni di Capo Passero (SR). Dal 31 ottobre 2017 è infatti quotato sul mercato regolamentato un piccolo prestito obbligazionario high yield da soli 400.000 euro denominato O.P FARO Società Cooperativa 6% 2018.

Si tratta di uno strumento finanziario di debito che inaugura una nuova stagione nel mondo dei minibond dimostrando la propria attitudine a sostenere anche l’attivo circolante delle imprese e non solo gli investimenti di medio/lungo termine. Il bond di soli 400.000 euro (codice ISIN IT0005285991) e’ stato riservato in sottoscrizione  a investitori professionali ed e’ finalizzato a sostenere la crescita del fatturato di FARO, cooperativa agricola che riunisce una pluralità di aziende agricole specializzate nella produzione di ortofrutta di qualità tipica dell’area sud orientale siciliana (comuni di Pachino, Portopalo di C.P. e Noto, provincia di Siracusa). Il bond è negoziabile per tagli da 50.000 euro e staccherà una sola cedola al momento del rimborso il 27 aprile 2018. Frigiolini & Partners Merchant ha agito in qualita’ di advisor finanziario dell’emittente.

 

Minibond short term FARO Società Cooperativa 6% callable 2016

 

FARO ha realizzato nel 2016 (ultimi dati disponibili di bilancio) un fatturato di 14,5 milioni di euro, in calo rispetto al dato dell’anno precedente (16,3). Il margine operativo è però cresciuto a 318 mila euro, mentre l’utile netto si è attestato a 25mila euro, contro i 9 mila dell’esercizio precedente. FARO reperisce prevalentemente le risorse finanziarie attraverso il canale bancario, tuttavia, con l’emissione del minibond, ha aperto una finestra alternativa che potrebbe avere un seguito in futuro. Non è infatti escluso che l’operazione di finanziamento possa ripetersi anche con l’emissione di minibond a medio termine, visto anche l’interessamento da parte dei fondi dedicati e degli investitori professionali.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Minibond