Minibond Olsa per crescere nell’automotive

Cedola fissa 4,75% per cinque anni. La multinazionale piemontese produce fanali e illuminazioni interne per le grandi case automobilistiche. Tutti i dettagli

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Cedola fissa 4,75% per cinque anni. La multinazionale piemontese produce fanali e illuminazioni interne per le grandi case automobilistiche. Tutti i dettagli

Proseguono i collocamenti di minibond di piccole industrie attive nel settore automotive, fiore all’occhiello delle Pmi italiane. Dopo INglass, SIGIT, Caar, solo per citarne alcuni, è arrivato il turno anche di Olsa, società piemontese, specializzata nella produzione di  elementi di illuminazione interna e fanaleria posteriore per autoveicoli in qualità di fornitore di primo livello delle principali case automobilistiche mondiali. Basata a Rivoli (TO), Olsa è una vera e propria multinazionale con stabilimenti produttivi in Polonia, Brasile, Messico e Cina e annovera fra i principali clienti tutte le maggiori case automobilistiche mondiali, come BMW, Fiat Chysler, Daimler, GM, Volkswagen, Peugeot, Renault, Toyota.   Obbligazioni Olsa s.p.a. tasso fisso 4,75% 2019   Più nel dettaglio, Olsa s.p.a. ha collocato un piccolo prestito obbligazionario da 10 milioni di euro. Il bond, negoziabile dal 19 dicembre 2014 sul segmento Extra Mot Pro di Borsa Italiana, offre un interesse a tasso fisso lordo annuo del 4,75% ed è stato collocato esclusivamente presso investitori professionali. Le obbligazioni senior (IT0005072712), trattabili per tagli minimi da 100.000 euro con multipli aggiuntivi analoghi, staccano la cedola su base semestrale il 19 giugno e il 19 dicembre di ogni anno. Il rimborso avverrà in unica soluzione il 19 dicembre 2019. Le obbligazioni, emesse al prezzo di 100 non saranno richiamabili durante i cinque anni di maturazione (call redemption), salvo casi particolari indicati nel regolamento. I titoli, non frazionabili, sono trasferibili solo fra investitori qualificati.     Olsa colloca minibond per rifinanziare la crescita   [fumettoforumright]Così, anche Olsa ha fatto il suo sbarco sul mercato dei capitali con lo scopo di finanziare lo sviluppo industriale. I proventi dell’emissione – si legge in una nota – saranno utilizzati dall’emittente per finanziare i progetti di crescita del gruppo, in particolare lo sviluppo di Olsa Messico, alla luce della commessa ottenuta da Nissan sulla piattaforma Infiniti, nonché l’espansione della Cina e il rafforzamento della Olsa Poland. La strategia di sviluppo è volta a raggiungere nel 2018 un fatturato complessivo di circa 300 milioni di euro” . Il gruppo Olsa ha chiuso il 2013 con un fatturato consolidato di 134 milioni di euro (da 114,6 milioni nel 2013) con un ebitda di 22,9 milioni (da 21,2 milioni), a fronte di un indebitamento finanziario netto di 34,5 milioni di euro (da 16.3 milioni), che alla fine dello scorso ottobre era salito a 46,6 milioni, in linea con le previsioni per fine anno. Il progresso del fatturato (+16,6%) in un contesto di crisi mondiale del settore auto evidenzia come Olsa abbia saputo raggiungere e centrare obiettivi di successo. L’utile netto del 2013, benché in calo, è stato positivo per 8,3 milioni di euro, il 6,1% del fatturato di gruppo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni societarie