Bond Oi Brasil: al via la ristrutturazione del debito per 14 miliardi

La crisi di Oi Brasil riguarda anche le obbligazioni Portugal Telecom. Il rendimento dei bond supera il 50%

di , pubblicato il
La crisi di Oi Brasil riguarda anche le obbligazioni Portugal Telecom. Il rendimento dei bond supera il 50%

Oi Brasil si appresta a ristrutturare il proprio debito. La quarta compagnia telefonica brasiliana ha avviato i negoziati coi creditori per la ristrutturazione di debiti per 55 miliardi di reais (circa 15,4 miliardi di dollari). Travolta dal peso della crisi del paese e dal peso di un debito contratto per lo più in valuta pregiata (circa il 75%), Oi Brasil ha bisogno di una grossa ricapitalizzazione per stare in piedi dopo che il valore delle azioni quotate alla borsa brasiliana sono crollate al minimo storico perdendo dal 2013 il 95% del proprio valore. Sul piatto della bilancia c’è la testa degli obbligazionisti, chiamati in causa a sostenere le sorti della compagnia carioca, pena il fallimento. E fra questi non compaiono solo i bondholders possessori di obbligazioni Oi Brasil in dollari ed euro, ma anche quelli di Portugal Telecom in euro, il cui debito fa parte a tutti gli effetti del perimetro della holding brasiliana dopo la vendita della compagnia telefonica portoghese ad Altice.

 

Obbligazioni Oi Brasil rendono più del 50%

  Difficile dire quale sarà l’esito della ristrutturazione del debito, poiché la maggior parte degli obbligazionisti sono sparsi un po’ ovunque, fra Brasile, Stati Uniti, Gran Bretagna, Cile e Svizzera e sono al momento rappresentati nelle trattative con Oi Brasil da diversi advisors finanziari con differenti vedute. Probabile, quindi, che le trattative richiederanno molto tempo, anche se una prima deadline è stata fissata per gli inizi di luglio 2016. In ogni caso, il tempo non giova alle parti, poiché Oi Brasil dovrà onorare più della metà delle scadenze debitorie entro 19 mesi e nel frattempo è costretta a pagare interessi elevati sui bond. A risentirne naturalmente sono i prezzi delle obbligazioni. Il bond Oi Brasil Holdings Coöperatief 5,625% da 600 milioni di euro con scadenza 2021 (codice ISIN XS1245244402) sul mercato euroTLX scambia a 21 per un rendimento del 54%. Stessa cosa per il bond Portugal Telecom International Finance 4,625% 2020 (codice ISIN XS0927581842) che sul MOT di Borsa Italiana scambia a 24 per un rendimento a scadenza del 56%. Secondo gli analisti, in linea di massima, la società per essere “viable” e poter tornare a finanziarsi sui mercati dovrebbe ridurre di circa 2/3 il peso del debito a circa 18-20 miliardi di reais.

Il che comporterebbe un drastico taglio del valore nominale dei bond dell’ordine del 75% con compensazione in azioni, altri titoli di debito convertibili in azioni o un mix di entrambi. Il prezzo delle azioni Oi Brasil già incorporano questo scenario, così come il prezzo dei bond.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,