Obbligazioni UniCredit 2,125% 2026 negoziabili adesso anche su ExtraMot

In negoziazione sul circuito ExtraMot di Borsa Italiana le nuove obbligazioni senior UniCredit 2,125% 2026 (XS1508450688)

di Mirco Galbusera, pubblicato il
In negoziazione sul circuito ExtraMot di Borsa Italiana le nuove obbligazioni senior UniCredit 2,125% 2026 (XS1508450688)

Le nuove obbligazioni UniCredit 2,125% 2026 sono negoziabili dal 16 novembre 2016 anche sul circuito ExtraMot. Borsa Italiana ha infatti ammesso alla trattazione i bond senior unsecured con scadenza decennale.

La nuova emissione obbligazionaria Unicredit benchmark a tasso fisso è stata collocata a metà novembre 2016. Si tratta della la prima emissione senior istituzionale con scadenza decennale emessa da una banca dei paesi periferici dal 2013 e definisce un nuovo punto di riferimento sulla curva senior benchmark di UniCredit.

Obbligazioni senior Unicredit 2,125% 2026

Il titolo (ISIN XS1508450688) paga una cedola pari al 2,125% con un prezzo di emissione pari a 99,644%. Grazie all’ottimo riscontro ottenuto da parte degli investitori, UniCredit, in fase di collocamento, ha rivisto il livello di spread sopra il parametro di riferimento, pari inizialmente a 180/185 punti base, a 175 pb consentendo di raggiungere uno spread definitivo di 173 pb. Il collocamento è stato curato da UniCredit Bank AG in qualità di Sole Bookrunner e BNP Paribas, HSBC, Goldman Sachs International e Nomura con il ruolo di joint lead managers.

L’operazione ha visto la partecipazione di oltre 120 investitori istituzionali con ordini totali per circa 1,8 miliardi di Euro con la seguente allocazione: fondi (75%), assicurazioni (13%) e banche (12%); in termini di distribuzione geografica, principale contribuzione da Germania/Austria (24%), Francia (24%), GB/Irlanda (20%), Italia (15%) e BeNeLux (10%). Il titolo obbligazionario sarà documentato sotto il Programma di Euro Medium Term Notes, e in ragione dello status senior avrà i seguenti rating attesi: Baa1 (Moody’s) / BBB- (S&P) / BBB+ (Fitch).

UniCredit, allo studio aumento di capitale da 13 miliardi

UniCredit sta pianificando un aumento di capitale da 13 miliardi di euro, nell’ambito del piano strategico che la banca sta preparando per ricapitalizzarsi. E’ quanto riportato da Dow Jones, che cita fonti a conoscenza dei fatti, secondo le quali Unicredit stabilira’ il timing dell’operazione una volta che sara’ noto l’esito del referendum costituzionale del 4 dicembre. L’ammontare dell’aumento previsto e’ leggermente inferiore alla capitalizzazione di mercato della banca. Unicredit presentera’ il piano strategico, che oltre all’aumento di capitale potrebbe includere anche la vendita di asset e drastici tagli di costi, il prossimo 13 dicembre.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Unciredit

I commenti sono chiusi.