Obbligazioni sovranazionali

Obbligazioni ad elevato rating e basso rischio di mercato emesse da istituzioni bancarie governate da diversi paesi membri

Le obbligazioni sovranazionali sono, al pari di tutte le obbligazioni, titoli di credito che forniscono, a chi li acquista, il diritto a percepire periodicamente gli interessi o i premi previsti dalle condizioni del prestito e, tipicamente, alla scadenza al rimborso del 100% del capitale prestato. Come tutti gli strumenti finanziari di tipo obbligazionario, anche questi sono esposti a un rischio di variazione dei tassi di interesse e pertanto, prima della scadenza e in base alla struttura del titolo, il disinvestimento potrebbe essere concluso a prezzi inferiori rispetto a quelli a cui è stato effettuato l’investimento.

Sono comunemente indicate come sovranazionali quelle obbligazioni emesse da organismi internazionali a carattere pubblico di cui facciano parte uno o più Stati membri dell’Unione europea come la Banca Mondiale, la Banca europea per gli envestimenti (Bei) e l’Inter-American development bank. Questi organismi tipicamente rispondono all’esigenza di raccogliere fondi per finanziare progetti governativi o di aziende private in diverse parti del mondo, per promuovere lo sviluppo economico e la riduzione della povertà a livello mondiale.

 

Rischio minimo

 

La particolarità dell’emittente, in quanto espressione di più paesi, caratterizza normalmente tali obbligazioni come titoli con un profilo di rischio/rendimento contenuto. Infatti, tali emittenti godono di rating elevato, e in alcuni casi superiore rispetto a quello degli stessi paesi di cui sono espressione. Questi emittenti sono partecipati e finanziati da più stati e dunque i loro titoli, paragonabili a titoli di stato, godono di un elemento di diversificazione in termini di rischio paese emittente che ne ridimensiona la probabilità di insolvenza: l’emittente sovranazionale presenta di regola una capacità estremamente elevata di onorare tempestivamente i propri pagamenti ed è altamente improbabile che una capacità di questo tipo risenta dell’influsso degli eventi prevedibili.

1

World Bank lancia bond decennale a tasso misto in dollari USA

Le obbligazioni World Bank in dollari USA (XS1673620875) sono negoziabili per tagli da 2.000 Usd e pagano inizialmente cedole del 3%

Leggi di Mirco Galbusera
2

Obbligazioni Banca Mondiale con cedola legata ai diritti dei lavoratori e ambiente, come funziona?

Ecco i bond della Banca Mondiale (ISIN: XS1917880285) con cedola legata al rispetto dei diritti dei lavoratori e dell'ambiente. Vi spieghiamo come funziona e i rischi esistenti.

Leggi di Giuseppe Timpone
3

Ecco i bond in euro che fanno davvero paura all'America di Trump

Solo una categoria di bond in euro sarebbe in grado di fare paura realmente all'America di Trump, suscitando l'interesse crescente della Cina, a tutto discapito dei Treasuries.

Leggi di Giuseppe Timpone
4

Rendimenti delle obbligazioni troppo scarsi? Ecco emissioni generose e a rischio sovrano zero

I tassi a zero nel mondo avanzato alimentano la fame di rendimento tra gli investitori. Ecco alcune emissioni a rischio nullo sul fronte sovrano e che staccano cedole molto generose.

Leggi di Giuseppe Timpone
5

Questi bond in rand sudafricani renderebbero bene anche al netto del rischio cambio

Le obbligazioni sovranazionali in rand sudafricani mostrano rendimenti appetibili, scontando un rischio di credito nullo e anche al netto di quello del cambio. Vediamo perché.

Leggi di Giuseppe Timpone