Obbligazioni in yuan, ecco quelle più sicure

I bond in valuta cinese offrono rendimenti superiori al 4%. Il renminbi si è rafforzato molto e la Cina diventerà la prima economia mondiale

di , pubblicato il
I bond in valuta cinese offrono rendimenti superiori al 4%. Il renminbi si è rafforzato molto e la Cina diventerà la prima economia mondiale

Il renminbi (o yuan) si è rafforzato molto sui mercati valutari. In un anno ha messo a segno, nei confronti della moneta unica, un progresso del 19% scendendo sotto quota 7 per 1 euro. Merito della crescita ormai consolidata dell’economia cinese, ma anche della crisi dei mercati occidentali che hanno visto le rispettive banche centrali agire energicamente indebolendo le rispettive monete di riferimento. Non solo, la Cina è destinata a diventare la più grande economia mondiale entro una decina d’anni, i grandi investitori lo sanno e si stanno accingendo a comprare assets a reddito fisso emessi da Pechino. Lo sanno anche le grandi banche internazionali, come l’italiana Intesa Sanpaolo, che, da questo punto di vista, hanno iniziato a collocare obbligazioni denominate in yuan per aprirsi verso mercati fino a qualche anno fa proibitivi e rischiosi.   Obbligazioni in yuan rendono oltre il 4%   Tuttavia, benchè molte cose siano cambiate negli ultimi anni e la Cina si stia aprendo ai mercati internazionali, permangono ancora delle difficoltà ad accedere a informazioni finanziarie trasparenti e dettagliate. Per questo,  per ridurre al minimo i rischi, gli esperti consigliano di orientarsi su emittenti internazionali con rating elevato, soprattutto bancari per investire in yuan. Fra questi, segnaliamo il recente collocamento in yuan (CNY) di KFW 4,25% 2018 (DE000A14J850). Il bond, acquistabile intorno a 100,40, offre un rendimento a scadenza del 4,12% ed è negoziabile sulla borsa del Lussemburgo per tagli minimi da 1.000.000 CNY, circa 140 mila euro. Il rating, è di tutto rispetto: AAA per tutte le agenzie internazionali. Qualche decimale di rendimento in più si può ottenere puntando sull’emissione da 300 milioni di Societé Générale (rating A per S&P) che offre una cedola fissa del 4,7% per una durata di cinque anni (XS1101912514), c osì come Rabobank (rating A+ per S&P) che paga lo stesso coupon a tasso fisso ma la scadenza del bond è più corta, fino al 2018, anche se il titolo appare poco liquido (XS1213822452).

Altre obbligazioni in yuan possono essere selezionate dal nostro database: https://www.investireoggi.it/obbligazioni/categoria/nuove-obbligazioni [fumettoforumright]    

Argomenti: , , ,