Obbligazioni in rubli Aeroflolt 8,3%, investire nell’efficienza aerea

Un’occasione per investire in valuta russa è data dai bond domestici della più famosa compagnia di bandiera al mondo. Efficienza e crescita esponenziale dei ricavi, i punti di forza

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Un’occasione per investire in valuta russa è data dai bond domestici della più famosa compagnia di bandiera al mondo. Efficienza e crescita esponenziale dei ricavi, i punti di forza

Nelle ultime settimane il rublo russo si è indebolito del 5% nei confronti dell’euro (vedi grafico sotto). Così, per gli amanti del rischio valutario si stanno aprendo occasioni per destinare una piccola parte dei propri risparmi al di fuori dell’area euro, ormai decotta e non esente da rischi. Sul mercato sono presenti diversi emittenti sovranazionali che emettono obbligazioni corporate in rubli, quali la BEI o la BERS, ma anche banche internazionali specializzate come Rabobank, Deutsche Bank, Kfw o BNP Paribas. Si tratta ovviamente di emittenti che godono della massima affidabilità, superiore a quella del paese detentore del rublo, valuta notoriamente commodity sensitive, e che offrono rendimenti abbastanza in linea con il tasso d’inflazione della Russia, quindi 5-7% a scadenza.

 

Bond in rubli Aeroflot 8,30% 2016, dettagli e caratteristiche

Per chi volesse osare un po’ di più, segnaliamo un’obbligazione domestica dell’Aeroflot, lanciata lo scorso mese di marzo. Si tratta in particolare di un bond senior unsecured della nota compagnia aerea russa collocato per 5 miliardi di rubli presso il pubblico indistinto che ha fatto registrare ordini per oltre 15 miliardi di rubli. Un successo per il mercato russo. Il titolo (Isin RU000A0JTTC1), emesso alla pari e quotato sul Moscow Stock Exchange, dura tre anni, è trattato per multipli minimi di 1.000 rubli (circa 28 euro) e offre una cedola del 8,30%, pagabile su base semestrale il 1 aprile e il 1 ottobre, fino al 31 marzo 2016. Al momento il prezzo è di 100,50 circa e rende a scadenza l’8,19%. Il rating assegnato da Fitch è BB- con outlook stabile. Per un investitore italiano non è certo cosa semplice andare sul mercato russo ad acquistare obbligazioni, ma tramite Sberbank (bookrunner) è facilmente negoziabile over the counter (Otc). Altre banche specializzate sono comunque in grado di andare sul mercato russo con costi relativamente contenuti. 

 

Aeroflot è una delle compagnie aeree più sicure al mondo

 

typ3

Contrariamente a quanto si possa credere, Aeroflot è una delle compagnie aeree più efficienti al mondo. Fondata nel lontano 1923, è stata la prima compagnia aerea russa ad entrare a far parte, nel 1989, dell’Associazione internazionale del trasporto aereo (IATA) e dal 2006 è diventata membro di diritto della SkyTeam, la seconda alleanza aerea al mondo per importanza. Aeroflot rappresenta l’indiscusso leader nel settore del trasporto civile in Russia, praticamente il trasportatore a livello nazionale. La flotta della compagnia è una delle più moderne, giovani e più rapidamente in crescita di tutta Europa. Sul bilancio dell’Aeroflot ci sono in tutto 137 aeromobili, la maggior parte dei quali rappresentata da aerei delle serie ?320, ?330,  A321. Nel 2007, l’Aeroflot ha sottoscritto importanti contratti  per l’acquisto di 22 aerei Airbus A350 a lunga portata e 22  aeromobili Boeing B787 Dreamliner, con inizio delle consegne fissato per il 2016. A partire dalla fine del 2008, una serie di nuovi aeromobili a lunga portata Airbus A330 è entrata a far parte della flotta dell’Aeroflot,  riuscendo già ad ampliare le possibilità della compagnia per quanto riguarda i voli a lunga distanza consentendo inoltre l’introduzione di un nuovo livello qualitativo di assistenza.

 

Aeroflot, ricavi in forte crescita negli ultimi due anni

 

aeroflot

A livello di conti, il guadagno netto dell’Aeroflot nel 2011, sulla base degli standard internazionali di contabilità finanziaria, è stato pari a 491 milioni di dollari USA, con un aumento del 94% rispetto all’anno precedente a fronte di ricavi pari a 5,37 miliardi di dollari. Ricavi che per il gruppo, l’anno scorso, sono saliti del 51% a quota 8,13 miliardi di euro grazie all’incremento delle rotte e dei voli interni e internazionali. La garanzia di redditività della compagnia – spiegano gli analisti – rappresenta l’esito finanziario principale in periodo di crisi e perdite riportate dalla maggior parte dei trasportatori aerei in Europa. Da molto tempo, infatti, le compagnie aeree americane ed europee sono in un periodo di difficoltà. Le grandi compagnie “storiche” soffrono la competizione delle compagnie low-cost, che in Europa gestiscono circa il 37 per cento dei voli nazionali. Negli ultimi tempi diverse compagnie europee di bandiera hanno accusato perdite pesantissime, strategie sbagliate, dispute sindacali e fallimenti. Problemi che non sono stati ravvisati con Aeroflot che beneficia essenzialmente di un fattore determinate: il prezzo del carburante. I russi, al pari degli arabi, possono infatti permettersi di guadagnare con le compagnie aeree perché dispongono della materia prima che i concorrenti europei devono pagare a caro prezzo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni High Yield, Bond in rubli, Obbligazioni societarie

I commenti sono chiusi.