Obbligazioni in real: BNP Fortis offre cedole al 10,25%

Il real brasiliano è sui minimi degli ultimi cinque anni, ma c’è chi ritiene che comprare adesso sia un affare. Il rischio cambio è elevato

di , pubblicato il
Il real brasiliano è sui minimi degli ultimi cinque anni, ma c’è chi ritiene che comprare adesso sia un affare. Il rischio cambio è elevato

Il real brasiliano è vicino ai minimi degli ultimi cinque anni. Sia nei confronti dell’euro (3,30) che nei confronti del dollaro (2,98) la valuta brasiliana è tornata a soffrire a causa del rallentamento nella crescita economica del paese, ma anche a seguito degli scandali che hanno travolto l’industria petrolifera Petrobras e le alte sfere politiche. Con le agenzie di rating pronte a premere il grilletto del downgrade del Brasile alle prime avvisaglie di peggioramento del quadro economico. Quindi, il rischio paese è diventato oggi più alto rispetto al 2014, l’anno dei mondiali di calcio e acquistare obbligazioni in valuta significa principalmente investire nel paese di riferimento.   Obbligazioni BNP Paribas Fortis Funding 10,25% 2017   L’obbligazione senior recentemente emessa da BNP Paribas Fortis Funding offre cedole elevate, 10,25% all’anno, commisurate ai tassi d’interesse offerti dalla Banca Centrale Brasiliana che solo 4 mesi fa li aveva alzati al 11,25% per poi portarli oggi al 12,75% per difendere il real. La durata del bond (XS1193810535), emesso a 101,125% (si paga imposta di aggio del 26% in fase di acquisto) è di soli 2 anni e il rendimento offerto ai sottoscrittori è stato del 9,76%. L’obbligazione in reais brasiliani è negoziabile al momento solo OTC, ma sarà presto trattabile per tagli da 5.000 reais (1.500 euro circa) presso la Borsa del Lussemburgo dove sta per essere quotata. Il bond BNP Paribas in reais staccherà la cedola il 13 aprile di ogni anno e andrà a rimborso il 13 aprile 2017. Al netto delle ritenute fiscali, il coupon sarà 7,585% il che non è certo incoraggiante soprattutto in un’ottica di peggioramento del cambio a sfavore dell’investitore: si tratta sempre di una cedola elevata, ma in caso di forte peggioramento della situazione in Brasile la cedola e le imposte potrebbero non essere sufficienti a contenere le perdite nell’arco dei due anni col rischio di intaccare anche il capitale.

Il rating di BBNP Paribas Fortis Funding è A+ per S&P e A2 per Moody’s, superiore a quello del Brasile.   Brasile, crescita economica piatta   [fumettoforumright]I 100 economisti consultati dalla Banca centrale brasiliana hanno di nuovo tagliato le prospettive di crescita del Brasile per quest’anno e per il prossimo, osservando che si aspettano una stagnazione nel 2015 nella più grande economia dell’America Latina. La crescita economica dovrebbe essere pari a +0,03% nel 2015, in calo rispetto al +0,13% stimato la settimana scorsa. Questa è la quinta riduzione consecutiva delle previsioni.  Per il 2016, gli esperti hanno detto che si aspettano che il Paese cresca dell’1,5%, in calo rispetto alla precedente stima a +1,54%. Inoltre, gli economisti hanno alzato la stima di inflazione per il 2015 dal 6,99% al 7,01%. L’outlook dell’indice dei prezzi al consumo resterà quindi sopra la banda di tolleranza della Banca centrale tra il 2,5% e il 6,5%.   Brasile, banca Centrale alza tassi al 12,75%  

La Banca centrale del Brasile ha aumentato il tasso di interesse di riferimento al 12,75%, il livello più alto dal 2009, nel tentativo di frenare la crescita dell’inflazione tra una lenta espansione economica e l’intensificarsi di disordini politici. Il Comitato di politica monetaria della Banca ha deliberato all’unanimità. Il tasso è stato alzato di mezzo punto percentuale dl 12,25%. L’Istituto ha iniziato il ciclo di aumento dei tassi nel 2013, quando il Selic era al 7,25% e da allora lo ha incrementato 13 volte.

Argomenti: , , , , ,