Obbligazioni in franchi svizzeri: bond Fiat Chrysler 2016

I bond Fiat Chrysler Finance 5,25% (CH0197841544) rendono 0,65% a due mesi dalla scadenza e il franco potrebbe indebolirsi

di , pubblicato il
I bond Fiat Chrysler Finance 5,25% (CH0197841544) rendono 0,65% a due mesi dalla scadenza e il franco potrebbe indebolirsi

Una scommessa sul rafforzamento franco svizzero ci starebbe tutta. Negli ultimi tre mesi la valuta elvetica si è indebolita del 1,3% nei confronti dell’euro e – secondo gli esperti – potrebbe tornare a rafforzarsi a breve. L’economia rosso crociata fatica a ripartire e un taglio dei tassi di interesse da parte della Banca centrale della Svizzera resta una possibilità, ma tutto dipenderà dagli sviluppi economici e dalle prossime azioni della Bce.

Lo afferma Julien Manceaux, economista di Ing, secondo il quale “l’attuale mix di politica monetaria” adottato dalla Snb “appare fragile”. Per l’esperto, se si materializzasse uno shock economico o qualora la Bce dovesse decidere di abbassare ulteriormente il costo del denaro, “il livello quale si attestano i tassi di interesse reali consentirebbe di avere in Svizzera tassi di breve periodo più bassi”. Ne conseguirebbe un rafforzamento della valuta nei confronti dell’euro.

Obbligazioni Fiat Chrysler Finance 5,25% 2016

Allo scopo, segnaliamo le obbligazioni Fiat Chrysler Finance Europe in franche svizzeri (Chf) con cedola 5,25% in scadenza il prossimo 23 novembre 2016 (codice ISIN CH0197841544). L’obbligazione, trattabile per importi minimi di 5.000 Chf, scambia intorno a 100,80 per un rendimento annuale a scadenza del 0,65%. Il bond, emesso nel 2012 alla pari per 400 milioni di franchi, sarà sicuramente rimborsato a scadenza a 100 e il guadagno appare risicato. Tuttavia, confidando in un indebolimento del franco svizzero nei confronti dell’euro, il guadagno sarebbe superiore. Viceversa si rischierebbe di rimetterci soldi in commissioni. L’emittente gode di ratting “non investment grade” BB per Standard & Poor’s, tuttavia la società, stando all’andamento dei conti, è più solida di quanto non venga valutata dagli analisti.

FCA + 4,3% le vendite di auto in Europa a luglio

Anche nei mesi estivi è continuata la forte crescita di Fiat Chrysler Automobiles in Europa: il gruppo ha aumentato le vendite del 4,3% in luglio e del 20,4% in agosto, in entrambi i casi con valori superiori a quelli ottenuti dal mercato. Nel progressivo annuo Fca ha aumentato le immatricolazioni del 15,5% in un mercato cresciuto del 7,8%”. Cosi’ il gruppo automobilistico commenta in una nota i dati Acea sulle immatricolazioni europee, precisando che ad agosto sono state quasi 48 mila le sue immatricolazioni e a luglio 78.100 per una quota in crescita rispettivamente di 0,5 punti percentuali al 5,6% e di 0,4 punti al 6,7%.

Ad agosto Fca è cresciuta in quasi tutti i principali mercati con valori superiori alla media: in Italia (+24,5% rispetto al 20,1% del mercato), in Germania (+33,2% in un mercato cresciuto dell’8,3%), in Francia (+24,3% rispetto al 6,7% del mercato) e in Spagna (+26,9%, con il mercato a +14,6%). Nei primi otto mesi dell’anno le registrazioni di Fiat Chrysler Automobiles sono state 677 mila, il 15,5% in più nel confronto con l’anno scorso (in un mercato cresciuto del 7,8%), con una quota del 6,7%, in crescita di 0,4 punti percentuali.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,