Obbligazioni BMW al 2,85% per 10 anni? Sperando che la Fed non insegua la BCE

Obbligazioni emesse da BMW a 10 anni e in dollari, cedola 2,85%. Gli alti tasso e rating della casa automobilistica tedesca appaiono allettanti, ma bisogna davvero fidarsi?

di , pubblicato il
Obbligazioni emesse da BMW a 10 anni e in dollari, cedola 2,85%. Gli alti tasso e rating della casa automobilistica tedesca appaiono allettanti, ma bisogna davvero fidarsi?

BMW ha emesso in settimana obbligazioni in dollari per 500 milioni e con scadenza agosto 2029, cedola 2,85% (ISIN: USN1453LAC20). Il tasso offerto appare relativamente elevato, visti i tempi, considerando anche l’alto rating di cui gode la casa automobilistica tedesca, pari ad “A1” per Moody’s e “A+” per Standard & Poor’s. In effetti, si tratta di un’emissione che punta a raccogliere capitali sul mercato americano, al momento il più allettante per gli interessi offerti dai debitori, sebbene anch’esso sta registrando da mesi una netta discesa dei costi, pur non ai livelli europei e giapponesi, spesso negativi.

BMW: le vendite del gruppo tedesco aumentano a luglio

E la cedola di cui sopra si mostra interessante, se si pensa che la stessa BMW offre su un’altra obbligazione a 10 anni (ISIN: XS1948611840), denominata stavolta in euro, il rendimento lordo alla scadenza nel febbraio 2029 di appena lo 0,47%. In effetti, si tratta per la società con sede a Monaco di Baviera di una scommessa sull’andamento del cambio euro-dollaro da qui al prossimo decennio. Se l’euro dovesse apprezzarsi contro il biglietto verde nei pressi del 25% rispetto ad oggi entro la scadenza, questa sarà stata vinta e il capitale rimborsato risulterà per l’emittente inferiore non solo a quello preso in prestito ai tassi di cambio attuali, bensì pure del premio per il rendimento offerto agli obbligazionisti in dollari di quello altrimenti che avrebbe dovuto sborsare in euro.

Stando allo spread Treasury-Bund a 10 anni di oggi, il mercato si attenderebbe nel decennio una risalita del cambio euro-dollaro di quasi il 23%, con ciò confermando come il rendimento offerto dal bond di BMW in dollari sia perfettamente in linea con quello del decennale in euro, una volta tenuto conto del probabile andamento del cross valutario entro la scadenza. Del resto, sul mercato adesso quota a 100,80, vale a dire che il rendimento si aggira in area 2,75%, pur sempre di una trentina di centesimi in più di quanto al momento non offra mediamente un titolo obbligazionario in dollari con rating massimo.

Investire in bond BMW in dollari ha senso per noi?

Per l’investitore dell’Eurozona, però, il discorso cambia. Se un americano, acquistando queste obbligazioni BMW, avrebbe modo di diversificare il portafoglio con l’inserimento di un bond dal rendimento di circa 120 punti base superiore di un Treasury di pari durata, nell’unione monetaria il principale problema riguarda proprio il cambio. Se l’euro si rafforzasse troppo entro la scadenza, si rischierebbe di essere rimborsati con un capitale inferiore a quello investito, una volta riconvertito in euro, anche considerate le cedole. Questo scenario diverrebbe concreto nel caso in cui la Federal Reserve seguisse pedissequamente le mosse della BCE per evitare l’apprezzamento del dollaro, sebbene il rischio riguarderebbe il medio-breve periodo, mentre nel medio-lungo a prevalere sarebbe il ciclo economico degli USA rispetto a quello dell’Eurozona.

Cambio euro-dollaro verso 1,20 con il petrolio sotto 60 dollari?

Aldilà di tutto, un investitore italiano avrebbe sempre modo oggi di puntare su un BTp decennale per ricavare un rendimento ancora quasi all’1,40%, seppure esponendosi a un rischio di elevata volatilità nel caso volesse disinvestire prima della scadenza. Non è detto, però, che questo non si concretizzi anche per le obbligazioni BMW, specie se l’economia europea andasse in recessione (i segnali si mostrano già negativi nella stessa Germania) e se l’amministrazione Trump passasse dalle parole ai fatti, alzando i dazi sulle auto europee, colpendo il mercato di sbocco americano per il gruppo tedesco.

[email protected] 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

1
Lascia una recensione

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Claudio Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Claudio
Ospite
Claudio

La Bmw produce auto sempre più lunghe (imparcheggiabili)e sempre più costose se esporta bene altrimenti farà la fine dell’Alfa romeo.