Obbligazioni Adidas a 7 e 12 anni con taglio da 1.000 euro

La nota casa di abbigliamento sportivo ha collocato due prestiti a media e lunga scadenza. Il rendimento è basso nonostante il profit warning

di , pubblicato il
La nota casa di abbigliamento sportivo ha collocato due prestiti a media e lunga scadenza. Il rendimento è basso nonostante il profit warning

Adidas ha emesso due eurobond del valore complessivo di 1 miliardo di euro. Il primo bond ha scadenza a 7 anni (XS1114155283), mentre il secondo a 12 (xs1114159277). “L’offerta ci consente di beneficiare delle opportunità di finanziamento a basso costo nel mercato degli euro-bond” – ha commentato il direttore finanziario Robin J. Stalker -. Si tratta della prima emissione di obbligazioni per l’azienda di abbigliamento sportivo da luglio 2009. I proventi dell’operazione saranno utilizzati per scopi aziendali generici, tra cui l’estinzione di alcuni debiti e il finanziamento di piani di remunerazione per gli azionisti.   Adidas, rivede le stime di crescita del 2014   Adidas ha lanciato lo scorso mese di agosto un profit warning sui conti relativi all’esercizio in corso e ha rinviato i target fissati per il 2015, prevedendo un secondo semestre travagliato per il business del golf e un aumento del rischio nel mercato russo. Per il 2014 la casa d’abbigliamento sportivo prevede di registrare un utile netto di 650 milioni di euro, decisamente al di sotto del range di 830/930 milioni proiettato in precedenza, a causa anche degli alti investimenti per la coppa del mondo. Le vendite dovrebbero crescere di una percentuale a una cifra al netto degli effetti valutari. Nel secondo trimestre, la società ha messo a segno un utile netto di 144 milioni di euro e vendite in crescita del 2% sull’anno a 3,47 miliardi di euro. Sul fatturato hanno pesato le oscillazioni valutarie, al netto delle quali il dato sarebbe apparso in progresso del 10%, con risultati positivi sia per il marchio Adidas (+14%) che per Reebok (+9%). L’utile operativo si è attestato a 220 milioni di euro.

Argomenti: ,