Obbligazioni Accor Hotels, una alternativa ai Btp

Il bond Accor perpetuo (FR0012005924) offre rendimenti del 3,80% per quattro anni. Per comprarlo servono 100.000 euro

di , pubblicato il
Il bond Accor perpetuo (FR0012005924) offre rendimenti del 3,80% per quattro anni. Per comprarlo servono  100.000 euro

Fra le obbligazioni “invesment grade” corporate meritevoli di attenzione, in un contesto di tassi a zero, vale la pena dare uno sguardo a quelle offerte da Accor. Come noto, la Bce ha esteso il “quantitative easing” anche ai bond societari di elevato standing contribuendo a farne salire il prezzo e, allo stesso tempo, a rendere meno insicuri gli emittenti. AccorHotels è uno dei principali gruppi alberghieri francese a livello mondiale e gode di rating BBB- secondo Fitch e Standard & poor’s. Nel 2015, AccorHotels contava oltre 3.800 alberghi, 180.000 dipendenti ed è il primo gruppo alberghiero d’Europa. Nonostante la battuta dì arresto nella crescita degli utili nel primo semestre del 2016 (-23%) a causa degli attentati terroristici in Francia, l’industria del turismo è in crescita e resta vivace a livello mondiale. 

Obbligazioni Accor 4,125% perpetue caratteristiche

Fra i bond Accor in circolazione, in euro, diamo un’occhiata a quelli subordinati emessi nel 2014 per 900 milioni di euro, giacchè quelli senior – per le ragioni appena descritte – offrono rendimenti risicati. L’obbligazione Accor 4,125% è di tipo subordinato (junior) senza scadenza. Il bond (codice ISIN FR0012005924) corrisponde una cedola annuale del 4,125% il 30 giugno di ogni anno fino alla data della prima call prevista per il 30 giugno 2020. Se Accor non rimborserà l’obbligazione alla pari, la cedola diventerà a tasso variabile in base all’euro swap a 5 anni maggiorato del 3,652% fino al 2040. Dal 2040 in poi, Accor corrisponderà interessi in base all’euro swap a 5 anni maggiorato del 6,402%. Il bond, essendo subordinato, gode di rating BB per Standard & Poor’s includendo, in particolare, il rischio di sospensione del pagamento delle cedole in caso di difficoltà da parte dell’emittente. Le obbligaizoni Accor sono negoziabili per importi minimi di 100.000 euro e scambiano al momento intorno a 101,70 per un rendimento del 3,8% alla data della prima call.

Argomenti: ,