Nuove obbligazioni Enel, Intesa e Mediobanca per 3,5 miliardi

Enel, Intesa e Mediobanca fanno il pieno di raccolta rivolgendosi a investitori istituzionali. Scarsa richiesta per il Banco Popolare che si ritira dall’asta

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Enel, Intesa e Mediobanca fanno il pieno di raccolta rivolgendosi a investitori istituzionali. Scarsa richiesta per il Banco Popolare che si ritira dall’asta

Dopo il lancio del nuovo bond triennale targato Mediobanca per un importo di 500 milioni tre giorni fa, si sono affrettati a rastrellare denaro fresco anche Banca Intesa ed Enel. Il buon momento delle piazze finanziarie continentali ha infatti permesso alle grosse società di aprire i book per emettere nuove obbligazioni nell’ambito dei rispettivi programmi di Global Medium Term Notes sfruttando la domanda favorevole da parte degli investitori istituzionali. I tagli minimi delle emissioni sono di 100 mila euro e multipli non essendo i titoli destinati al mercato retail italiano ma ad investitori professionali e a intermediari finanziari internazionali e verranno quotati presso la Borsa di Lussemburgo oltre che nel consueto mercato “Over-the- Counter. Una nota stonata, è stato invece il flop del Banco Popolare che, in vista delle prossime vicine scadenze dei propri titoli, aveva proposto un bond senior della durata di tre anni e mezzo riconoscendo un premio in area di 390 punti base sopra il midswap, ma ha ritirato la proposta per la scarsa domanda degli investitori.

 

Obbligazioni Mediobanca 3,75% scadenza 2015

L’emittente, che come rating vanta BBB+ con outlook negativo da parte di S&P, è riuscito a spuntare la scorsa settimana uno spread decisamente più basso rispetto alle indicazioni iniziali: 320 punti base contro la gamma 330-335 prospettata alla vigilia. Un’opportunità permessa dalla vivace risposta data dal mercato per questa nuova obbligazione (senior, non subordinata) targata Mediobanca che è stata richiesta da 130 investitori istituzionali e ha offerto un rendimento a 320 bp sul midswap contro i 330/335 previsti. Il bond è di durata triennale, scade il 12 ottobre 2015 (Isin: XS0842193046) e paga una cedola annuale del 3,75%

 

Obbligazioni Enel 3,625% 2018 e Enel 4,875% 2023

Pieno successo per il collocamento delle obbligazioni Enel che hanno visto ordini arrivare da tutto il mondo (Bond Enel: libri ancora aperti, ordini a oltre 14 mld) per oltre 12 miliardi di euro a fronte di 2 miliardi richiesti. Enel (rating BBB+/A-2 per S&P’s, Baa1/P-2 per Moody’s, BBB+/F-2 per Fitch), attraverso la sua controllata Enel Finance International, ha collocato senza difficoltà sul mercato europeo un’emissione obbligazionaria multi-tranche destinata a investitori istituzionali. L’operazione – si legge in una nota – guidata da un sindacato di banche, è strutturata in due tranches (tutte garantite da Enel S.p.A.): 1 miliardo di euro a tasso 3,625% con scadenza 17 aprile 2018 (Isin: XS0842659343); 1 miliardo di euro a tasso 4,875% con scadenza 17 aprile 2023  (Isin: XS0842659426) .

 

Obbligazioni Intesa Sanpaolo 4,375% scadenza 2020

Anche Intesa Sanpaolo ha lanciato un’emissione obbligazionaria sull’euromercato per 1,25 miliardi di euro (Bond Intesa Sanpaolo: ordini consistenti, attesa per chiusura libri) destinata ai mercati internazionali per ottimizzare la gestione di tesoreria.  Si tratta – si legge in una nota – di un bond a tasso fisso a 7 anni con scadenza 15 ottobre 2020 (Isin: XS0842818120) che ha ricevuto richieste per circa 4,7 miliardi di euro, oltre il triplo dell’importo richiesto alla vigilia. Il Gruppo aveva già collocato con successo quattro obbligazioni benchmark senior, non garantite, a 18 mesi, a 5 anni, a 3 ed a 4 anni rispettivamente a gennaio, a febbraio, a luglio e a settembre di quest’anno per un totale di 4,75 miliardi. La cedola annuale è stata fissata al 4,375% con un rendimento del 4,463% a fronte di un prezzo di riofferta pari a 99,481%. I rating assegnati al debito a lungo termine senior di Intesa Sanpaolo sono: Baa2 da Moody’s, BBB+ da Standard & Poor’s e A- da Fitch.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Obbligazioni societarie, Obbligazioni ENEL

I commenti sono chiusi.