Mittel avvia la trasformazione del capitale in debito

La società milanese ha avviato l’offerta di scambio del 19,4% del capitale sociale con nuove obbligazioni a tasso fisso 6% e sei anni di durata. L’operazione è finalizzata a sostenere le quotazioni del titolo

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La società milanese ha avviato l’offerta di scambio del 19,4% del capitale sociale con nuove obbligazioni a tasso fisso 6% e sei anni di durata. L’operazione è finalizzata a sostenere le quotazioni del titolo

Come anticipato lo scorso mese di marzo, Mittel, ha lanciato un’offerta parziale di scambio sul proprio capitale azionario. Mittel, una delle più antiche società quotate alla Borsa di Milano (nacque nel 1885 come Società per le Strade Ferrate nel Mediterraneo), ha formalmente avviato l’offerta pubblica di scambio volontaria parziale sulle proprie azioni ordinarie (Opsc) con corrispettivo in obbligazioni della società e l’offerta pubblica in sottoscrizione di obbligazioni Mittel (Opso) provenienti dallo stesso prestito obbligazionario.

 

L’operazione di scambio azioni con obbligazioni Mittel 

L’Opso, spiega una nota, ha a oggetto 11.428.571 obbligazioni per un valore nominale complessivo di 19.999.999,25 euro, che possono essere incrementati da Mittel fino a 40.000.000 obbligazioni per un controvalore nominale massimo complessivo di 70.000.000 euro, ulteriormente incrementabili fino a 57.059.155 obbligazioni per un controvalore complessivo dell’Opso di 99.853.521,25 euro, nel caso in cui le obbligazioni a servizio dell’Opsc confluiscano nell’Opso. [fumettoforumright] L’Opsc ha a oggetto massime 17.059.155 azioni ordinarie Mittel, pari al 19,4% circa del capitale sociale. Per ogni 1 azione ordinaria portata in adesione e acquistata, verrà corrisposto in scambio 1 titolo obbligazionario emesso da Mittel del valore nominale di 1,75 euro per un controvalore nominale complessivo massimo di circa 29,9 milioni euro. L’importo complessivo dell’emissione obbligazionaria a servizio dell’Opso e dell’Opsc sarà pari a circa 50 milioni euro (incrementabile sino a circa 100 milioni).

 

Bond Mittel 6% 2019 caratteristiche

 

D_Combo2_0c9306e9-e78b-4e8f-94ce-2671dd54842b

L’emissione ha durata 6 anni dalla data di emissione, matura interessi su base annua lorda almeno pari al 6% (Isin IT0004936289) ed è destinata alla quotazione sul Mot di Borsa Italiana. Attraverso le due operazioni Mittel ha la possibilità di incrementare la diversificazione delle fonti finanziarie con uno strumento obbligazionario quotato e di allungare significativamente la durata media del suo debito in coerenza con i tempi di eventuale valorizzazione dei suoi assets; agli azionisti viene offerta la possibilità di trasformare parte del proprio investimento in un investimento obbligazionario quotato (con una remunerazione minima annua lorda del 6% annuo) e lo scambio avverrebbe a valori superiori al prezzo medio espresso dal mercato per il titolo Mittel nell’ultimo anno. Infine in caso di massima adesione all’OPSC, la Società disporrebbe di un pacchetto di azioni proprie, pari al massimo al 19,4% circa del capitale sociale (in aggiunta 0,6% circa del capitale sociale già in portafoglio) che potrebbero essere utilizzate per eventuali acquisizioni o per lo sviluppo di alleanze coerenti con le nuove linee strategiche del Gruppo. Le obbligazioni sono collocate per il tramite di un consorzio di collocamento coordinato e diretto da Equita Sim, in qualità di responsabile del collocamento. Mittel è assistita da Equita Sim in qualità di consulente finanziario e da d’Urso Gatti e Bianchi Studio Legale Associato in qualità di consulente legale. Equita Sim e’ assistita dallo Studio legale Latham & Watkins in qualità di consulente legale.

 

Mittel sposta il business verso i servizi di consulenza finanziaria

 

consulenza-finanziaria-indipendente

“Mittel”, commenta Arnaldo Borghesi, a.d. della societa’, “ha deciso di avviare le operazioni di Opsc e Opso con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la struttura finanziaria del Gruppo e di permettere ai nostri azionisti di poter scegliere se continuare ad accompagnare lo sviluppo della nostra Società oppure scambiare parte del proprio investimento con un titolo obbligazionario con un buon rendimento. Stiamo lavorando intensamente con l’obiettivo di spostare il fulcro delle attività del Gruppo sempre più verso servizi di consulenza finanziaria specializzata (Private Equity, Advisory, Family Office e gestione immobiliare) e saremo aperti a valutare qualsiasi operazione di acquisizione o di alleanza strategica, purchè coerente con le nostre linee strategiche, crei valore per i nostri azionisti e ci permetta di accelerare nel raggiungimento dei nostri obiettivi di medio-lungo termine”. Scopo dell’operazione – dichiara il presidente di Mittel Franco Dalla Sega – è quello di incrementare la diversificazione delle fonti finanziarie utilizzando uno strumento di debito quotato e liquido. L’entità dell’indebitamento netto aggiuntivo, rappresentato sostanzialmente dalla componente di prestito obbligazionario a servizio dell’Opsc, non modifica l’obiettivo di riduzione dell’indebitamento finanziario netto nell’orizzonte triennale del piano strategico. In sostanza, l’indebitamento netto si incrementerà della componente di prestito obbligazionario a servizio dell’Opsc e quindi per un controvalore massimo di circa 29,9 milioni, e sarà sostenibile in considerazione della solida struttura patrimoniale di Mittel che al 30 settembre 2012 presentava un capitale investito netto di 414 milioni finanziato da patrimonio netto per 328 milioni e da indebitamento netto per 86 milioni.

 

Riduzione di capitale Mittel per sostenere le quotazioni del titolo 

L’operazione – secondo gli analisti – è finalizzata a sostenere le quotazioni per gli azionisti di riferimento che negli ultimi tre anni hanno visto le loro quotazioni precipitare di oltre il 60% e che prima o poi dovranno svalutare dai loro portafogli. Certamente gli azionisti che aderiranno all’offerta di scambio avranno l’opportunità di realizzare una parte del proprio investimento a valori superiori ai prezzi medi espressi dal mercato negli ultimi mesi, ma non bisogna dimenticare che l’incremento dell’indebitamento societario, in assenza di una ripresa economica, non farà che deprimere ulteriormente i corsi nel medio periodo. Inoltre, il prezzo di mercato delle obbligazioni– come anche rimarcato dall’emittente – potrà differire rispetto al prezzo di emissione, stante principalmente al fatto che Mittel è in difficoltà e non fa utili (perdita consolidata 2012 a 17,9 milioni).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni societarie

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.