Minibond Schorty Term United Brands Company 4,75% da oggi in borsa

L’obbligazione della società calzaturiera è quotata su Extra MOT (IT0005170417) e scade fra sei mesi

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L’obbligazione della società calzaturiera è quotata su Extra MOT (IT0005170417) e scade fra sei mesi

Un altro minibond sbarca a Piazza Affari. Si tratta di United Brands Company s.p.a.a 4,75% 2016, piccola azienda vicentina specializzata in creazione, produzione e commercializzazione all’ingrosso ed al dettaglio di articoli di calzature ed abbigliamento di qualunque tipo e genere e loro accessori. In particolare, la società produce con le licenze Sergio Tacchini, Carrera e Enrico Coveri e altri famosi brand. E’ controllata pariteticamente da Silvia Tessarin e Francesco Manzari e guidata dall’amministratore delegato Paolo Tessarin. UBC vanta un giro d’affari superiore ai 30 milioni di euro a fronte di 2,7 milioni di calzature vendute e 12.000 punti vendita.  

Obbligazioni UBC tasso fisso 4,75% 2016

  Il minibond UBC s.p.a. 4,75% 2016 da 500.000 euro, di recente emissione,  (codice Isin: IT0005170417) è in negoziazione dal 22 marzo 2016 su Extra MOT Pro di Borsa Italiana  per tagli minimi da 50.000 euro con multipli aggiuntivi analoghi. L’obbligazione senior unsecured, sottoscritta da investitori qualificati, si contraddistingue per la sua brevissima durata: solo sei mesi: scade infatti il 30 settembre 2016. Il titolo paga una cedola del 4,75% all’anno ed è garantito da rete Fidi Liguria per il 25% del valore nominale. Le risorse finanziarie incassate con il collocamento del bond – spiega la società – “non saranno utilizzate per effettuare investimenti finalizzati all’aumento della capacità produttiva dell’azienda. L’utilizzo dei fondi, invece, è destinato a sostenere il fabbisogno finanziario commerciale netto. Più nel dettaglio, l’obiettivo dell’emissione è  il reperimento di risorse finanziarie che abbiano scadenze parametrate alla durata del ciclo monetario aziendale. A fine settembre 2015, infatti, i debiti finanziari erano saliti a 2,2 milioni di euro dai 925 mila di fine 2014 e il Documento di ammissione spiega che questo è dovuto “al consistente incremento dei ricavi e a una necessità maggiore di sostenere il circolante”. La società ha ottenuto da Cerved Rating Agency il rating pubblico di B1.2.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Minibond

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.