Minibond Penelope offrono cedole al 9%

Negoziabile su Extra Mot Pro, il piccolo bond high yield ha una durata di 4 anni. L’azienda tessile controllata da Borgosesia fattura più di 34 milioni all’anno

di Mirco Galbusera, pubblicato il

Torna l’attenzione sui minibond, anche in coincidenza con l’avvio dell’Expo. Dal prossimo anno, infatti, in corrispondenza dell’Expo 2015, si aprirà una finestra straordinariamente favorevole per le Pmi per mettersi in luce e puntare ai capital markets. Così alcune piccole aziende hanno cominciato a portarsi avanti, anche se il periodo dei mercati finanziari non è proprio favorevole. A sbarcare a Piazza Affari è stata di recente Penelope S.p.a., piccola società di Montemurlo (PO) produttrice di tessuti in conto proprio e conto terzi, controllata per il 40% dal gruppo immobiliare-energetico Borgosesia, quotato a Piazza Affari, e per il 60% da Delfino spa. controllata dalla famiglia Bini, alla quale fa capo a sua volta la stessa Borgosesia.   Obbligazioni Penelope s.p.a. tasso fisso 9% 2018   Penelope s.p.a. ha collocato un piccolo prestito obbligazionario da 2 milioni di euro. Il bond, negoziabile dal 18 dicembre 2014 sul segmento Extra Mot Pro di Borsa Italiana, offre un interesse a tasso fisso lordo annuo del 9% ed è stato collocato esclusivamente presso investitori professionali. Le obbligazioni senior (IT0005071946), trattabili per tagli da 100.000 euro con multipli aggiuntivi analoghi, staccano la cedola su base semestrale il 18 giugno e il 18 dicembre di ogni anno. Il rimborso avverrà in unica soluzione il 18 dicembre 2018. I bond costituiscono la prima tranche di un’emissione da massimi 7 milioni di euro già deliberata dal Consiglio di Amministrazione.     Penelope colloca minibond per rifinanziare il debito   [fumettoforumright]Così, anche Penelope ha fatto il suo sbarco sul mercato dei capitali con lo scopo di finanziare lo sviluppo industriale. I proventi dell’emissione – si legge in una nota – saranno utilizzati sia per finanziare nuovi progetti di crescita di Penelopa spa del gruppo sia per rimborsare alcuni debiti bancari in modo da assicurare un migliore equilibrio della gestione finanziaria nel medio-lungo termine. Il ricavato dell’emissione potrà essere, inoltre, destinato a finalità di gestione operativa generale di Penelope spa, ivi incluso eventualmente il rifinanziamento del debito e la diversificazione delle fonti di finanziamento rispetto al tradizionale canale bancario”. Penelope ha in programma di emettere altre due tranche obbligazionarie high yield senior con le stesse caratteristiche del bond appena collocato per rifinanziare a scadenza, nel 2016, un bond da 6,5 milioni di euro emesso nel lontano 1996 e che paga un interesse del 12%.     Il giro d’affari di Penelope s.p.a. supera i 34 milioni di euro annui      Da oltre 50 anni Penelope produce tessuti greggi in lana e misto lana, a cui si aggiungono di volta in volta prodotti innovativi e di tendenza in lana compact, nylon, cotone, lino, viscosa, seta e fibre nuove, frutto di un’attenta e costante ricerca rivolta ad anticipare e soddisfare le esigenze del mercato, spesso in collaborazione con la clientela. Affidabilità, servizio, consegne rapide e puntuali, alta qualità: queste le caratteristiche del gruppo Penelope, assicurate da un assortito magazzino, da un’attenta selezione dei filati, da un’elevata tecnologia, dall’esperienza maturata negli anni e dalla conoscenza del prodotto e del mercato. La società ha chiuso il 2013 con ricavi consolidati per 34,8 milioni di euro (da 37,3 milioni nel 2012) e un ebitda di 3,95 milioni (da 3,9 milioni) a fronte di un debito finanziario netto di 2 milioni (il monte debitorio al 31 dicembre 2013 era di 34 milioni, in discesa rispetto ai 37 dell’anno precedente). Il risultato di esercizio si è concluso con un utile netto di quasi 500 mila euro (+275%).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni High Yield, Obbligazioni societarie