Minibond: in borsa sono state raggiunte 321 emissioni

Sul mercato ExtraMot Pro (Borsa Italiana) sono 321 gli emittenti di piccole e medie aziende italiane non quotate

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Sul mercato ExtraMot Pro (Borsa Italiana) sono 321 gli emittenti di piccole e medie aziende italiane non quotate

La lista di minibond quotati si allunga e supera quota 320. Al 30 giugno 2018 erano infatti 321 le emissioni di questa categoria di titoli che ha preso il via nel 2012 e sono quotati sul segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana. Rispetto al penultimo semestre sono aumentati i collocamenti di minibond con size inferiore ai 30 milioni di euro a significare quanto l’interesse per questa categoria di titoli di debito abbia raggiunto anche piccolissime aziende desiderose di bypassare il canale bancario dei finanziamenti. in tutto sono state 321 le emissioni di minibond fino alla fine del primo semestre 2018.

Sebbene non inclusi nel quadro statistico, perché non quotati sull’ ExtraMOT Pro, si segnalano due minibond curati da Epic: 13 milioni di euro emessi da Piazza Italia SpA (retail) e 15 milioni emessi da Fonderie Mario Mazzucconi SpA (industrial). Tutti i dettagli sono riportate nel nostro documento trimestrale, il Barometro Minibond: Market Trends, redatto da MinibondItaly.it ed Epic Sim Spa.

Tra i principali trend degli ultimi tre mesi si segnalano:

  • Raggiunto il numero di 321 emissioni sul mercato ExtraMOT Pro per un controvalore superiore a €15 Mld.
  • Le emissioni di taglio inferiore a €50M nel secondo trimestre del 2018 sono aumentate, sia come numero di emissioni (20 contro 15) che come ammontare (9 milioni € contro 7) rispetto allo stesso periodo del 2017.
  • Rispetto al 2017 viene confermato un leggero trend di riduzione del taglio medio (6,9 M€ al 30.06.2018 contro 7,3 M€ per l’anno 2017) e della cedola media (5,10% al 30.06.2018 contro 5,13% M€ per l’anno 2017).
  • Incremento dei settori Industrial (tra i quali Comes S.p.a, Fecs Partecipazioni S.p.A.), Food & Beverage (Zappalà S.p.a. e Faro Soc. Coop. Agricola) e Textile (Cristiano di Thiene S.p.A. e Alma Media S.p.a.) per quanto riguarda le emissioni di taglio inferiore a €50M per un controvalore complessivo pari a circa €20M.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Minibond

I commenti sono chiusi.