Minibond Antin Solar Investment per crescere nel fotovoltaico

Disponibili su Extra Mot Pro, due piccoli prestiti obbligazionari a tasso variabile e a tasso fisso per l’azienda che produce energia dal sole

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Disponibili su Extra Mot Pro, due piccoli prestiti obbligazionari a tasso variabile e a tasso fisso per l’azienda che produce energia dal sole

Il mercato dei minibond si mette in mostra con un’altra piccola azienda attiva nel campo delle energie rinnovabili. Dopo lo sbarco in borsa di Enerventi con un piccolo prestito da 8,5 milioni, anche Antin Solar Investment è approdata a Piazza Affari con un minibond. La società attiva in Italia nella produzione di energia elettrica da fonte solare, controllata in modo esclusivo dal fondo di investimento Antin Infrastructure Partners FCPR, ha da poco collocato alla pari una obbligazione senior non convertibile da 85 milioni di euro di durata 14 anni. L’emissione è stata sottoscritta da soli investitori istituzionali, ma è ora liberamente negoziabile in borsa da investitori qualificati.     Obbligazioni Antin Solar Investment 2028   Il bond, negoziabile dal 1 dicembre 2014 sul segmento Extra Mot Pro di Borsa Italiana, è stato emesso alla pari ed è suddiviso in due tranche: una parte a tasso fisso da 20 milioni di euro (IT0005066144) e una parte a tasso variabile da 65 milioni (IT0005066151). Il primo titolo offre un interesse pari a 3,552%, mentre il secondo è indicizzato al tasso Euribor semestrale maggiorato del 3,35% e la prima cedola è stata determinata a 3,371%. Le obbligazioni seniro, trattabili per tagli da 10.000 euro con multipli aggiuntivi analoghi, staccano la cedola su base semestrale il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno. Il rimborso avverrà in maniera rateale (amortizing), mentre l’estinzione totale del prestito avverrà il 31 dicembre 2028.     Antin Solar Investment colloca minibond per finanziare progetti di crescita     [fumettoforumright]A possedere i grandi parchi fotovoltaici italiani sono soprattutto i fondi di investimento e il nostro mercato del fotovoltaico è tra i più frammentati in Europa, oltre che il secondo in termini di potenza. L’investitore più grande nel nostro paese è Rtr Energy che ha asset per 318 MW, segue Forvei con 124 MW. Tutti gli altri grandi sono al di sotto dei 100 MW e Antin Solar si colloca al quarto posto con 77 MW di potenza, davanti a Enel Green Power (67 MW). Nata nel 2011, Antin Solar è quindi una società di medie dimensioni nel campo fotovoltaico con nove impianti dislocati nel Lazio, in Puglia e Sicilia, le regioni che meglio si prestano alla raccolta della luce solare. Antin Solar intende utilizzare i fondi raccolti dal collocamento obbligazionario per finanziare ulteriormente lo sviluppo industriale, oltre che ad estinguere debiti bancari migliorando la flessibilità finanziaria. La strategia di Antin Solar è quella di procedere all’espansione mediante acquisizione di società attive nel campo delle energie rinnovabili, come avvenuto con Erika Eolica s.r.l. (controllata al 76%) e con l’ingresso nel capitale di Apulia 18 s.r.l..Alla fine del 2013, il patrimonio netto di Antin Solar Investment ammontava a 29,6 milioni di euro (+38%) con 60,6 milioni di debiti (-1%). Il giro d’affari, a causa del crollo della domanda energetica in Italia, è sceso del 30% a 1,143 miliardi, ma la società ha comunque chiuso con un utile netto di 5,3 milioni, grazie ai proventi finanziari delle controllate.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Green Bond, Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni societarie

I commenti sono chiusi.