Minibond e non solo: al via progetto Epic di Direct Lending Online per le Pmi

L'obiettivo è favorire i prestiti diretti alle PMI associate ad Assolombarda da parte dei fondi di investimento alternativi

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L'obiettivo è favorire i prestiti diretti alle PMI associate ad Assolombarda da parte dei fondi di investimento alternativi

In Lombardia il 75% del PIL è generato da piccole e medie imprese le quali, storicamente, si sono sempre finanziate ricorrendo al debito bancario. Negli ultimi anni il rallentamento dell’economia ha reso difficile per le banche sostenere le imprese come in passato. Nonostante interventi comunque temporanei della BCE, i volumi di credito che le aziende ricevono dalle banche rischiano di ridursi cronicamente, in considerazione del nuovo quadro regolamentare al quale queste ultime si devono attenere (Basilea 3, vincoli di liquidità). Diventa quindi pressante l’esigenza di un canale complementare di finanziamento per le PMI: il mercato dei capitali. Proprio in questo senso è intervenuta la Commissione Europea e ha fissato sei obiettivi per un piano di azione specifico, denominato Capital Markets Union: 1. creare un unico mercato dei capitali, rimuovendo le barriere agli investimenti esteri; 2. migliorare a livello europeo l’accesso ai finanziamenti per tutte le attività imprenditoriali; 3. diversificare le fonti di finanziamento dell’economia reale e ridurre i costi di raccolta del capitale per le PMI; 4. massimizzare i vantaggi dei mercati dei capitali, così da contribuire alla crescita dell’economia e alla creazione di posti di lavoro; 5. aiutare le PMI a finanziarsi più facilmente; 6. aiutare l’Unione Europea ad attrarre investimenti da tutto il mondo, per accrescerne la competitività. Per quanto riguarda l’Italia, iniziative istituzionali hanno già coinvolto il Governo, con diversi decreti “sviluppo” e l’introduzione dei minibond e delle piattaforme di equity crowdfunding concertata con la Consob, l’IVASS con una sensibilizzazione delle compagnie assicurative all’investimento nelle PMI, la CDP con la costituzione del Fondo di Fondi di Minibond presso il Fondo Italiano d’Investimento, la Borsa Italiana con lo sviluppo dei mercati AIM (equity) e ExtraMOT Pro (minibond) dedicati alle PMI. Il mercato ha risposto con l’avvio di circa 30 fondi specializzati in strumenti finanziari emessi da PMI, il collocamento di circa 130 minibond (fino a 50 milioni di Euro) emessi per un totale di oltre 1,2 miliardi di Euro e oltre 70 imprese quotate all’AIM.   Epic è la prima e unica SIM della Ue che mette in conttatto le Pmi col mercato dei bond   Il 14 febbraio appena trascorso è intervenuto poi il decreto legge n. 18/2016 per stabilire in maniera inequivocabile il principio per il quale i fondi di investimento alternativi italiani e autorizzati nell’Unione Europea possono concedere prestiti alle imprese. Epic è la prima e, ad oggi, unica SIM autorizzata e regolata da Consob e Banca d’Italia (operativa già da marzo 2014) per mettere in contatto le PMI con il mercato dei capitali attraverso una piattaforma fintech multifunzione (www.epic.it). In aggiunta alla mediazione e al collocamento di bond ed azioni, la piattaforma di Epic si apre oggi anche al direct lending, per promuovere e favorire la concessione di prestiti alle PMI associate ad Assolombarda da parte dei fondi di investimento alternativi. A tal fine si potrà procedere alla costituzione di uno o più veicoli di investimento sotto forma di Fondi Chiusi o società di scopo (cd SPV “Special Purpose Vehicle”). Gli investitori italiani ed esteri interessati utilizzaranno Epic per contribuire le risorse necessarie alla realizzazione. Epic gestirà sulla sua piattaforma fintech l’inoltro delle informazioni ed il monitoraggio delle fasi di analisi della pratica e perfezionamento dell’erogazione (inter alia verifiche formali dei documenti ricevuti e codifica secondo le specifiche del soggetto erogatore), anche promuovendo e adottando lo strumento Bancopass di Assolombarda Confindustria Milano Monza, un servizio di pianificazione e comunicazione finanziaria standardizzata sviluppato dall’Associazione e a cui hanno già aderito 28 stakeholder finanziari (www.bancopass.it).   Il progetto Direct Lending incontra anche l’interesse di Assolombarda     Il private equity, il venture capital, il crowdfunding e il direct lending sono strumenti da sviluppare per aumentare la capacità delle imprese di raccogliere le risorse necessarie alla propria crescita. Per queste finalità il progetto ha riscontrato anche l’interesse di Assolombarda, l’associazione più rappresentativa di tutto il sistema Confindustria (6.000 imprese, 320.000 dipendenti), capace di far sentire la voce delle sue imprese in tutti gli organi di Confindustria e in oltre 80 tra commissioni, comitati tecnici e gruppi di lavoro. Partecipa anche a oltre 20 organi, comitati tecnici e gruppi di lavoro di Confindustria Lombardia (la federazione che raggruppa le associazioni territoriali lombarde) ed è presente in più di 40 organismi di altre Associazioni e Federazioni nazionali del Sistema confederale.  Con un obiettivo chiaramente di “sistema”, Epic si impegna ad intraprendere tutte le azioni utili per diffondere il direct lending presso le imprese associate a Assolombarda e gli investitori internazionali. “Siamo profondamente convinti che nei servizi finanziari di oggi – commenta Andrea Crovetto, fondatore e amministratore delegato di Epic – non si possa prescindere dal guardare con un atteggiamento di avanguardia l’evoluzione tecnologica e quella regolamentare. Abbiamo subito condiviso questo principio con Assolombarda, che ha dimostrato interesse al tema e abbiamo iniziato a lavorare sul direct lending online. Non nascondo che abbiamo un’ambizione di sistema, vogliamo rappresentare un esempio concreto da cui partire per far diventare presto il progetto e l’operatività non solo lombarde, ma italiane con scalabilità europea.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Minibond, Obbligazioni High Yield

I commenti sono chiusi.