Minibond: 2017 si chiude con 300 emissioni raggiunte

Netto aumento, nell'ultimo trimestre, per le emissioni inferiori a 50 mln euro facendo così registrare il record degli ultimi tre anni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Netto aumento, nell'ultimo trimestre, per le emissioni inferiori a 50 mln euro facendo così registrare il record degli ultimi tre anni

Si è da poco chiuso un altro anno proficuo per il Mercato ExtraMot Pro che ha visto 300 emissioni di minibond per un controvalore superiore a 14 mld euro. Sono questi alcuni dei numeri che emergono dal Barometro Minibond realizzato da MinibondItaly.it, in collaborazione con Epic Sim.

Netto aumento, nell’ultimo trimestre, per le emissioni inferiori a 50 mln euro facendo così registrare il record degli ultimi tre anni. Non sono state invece inserite, ai fini delle analisi, le emissioni delle obbligazioni di tipo Asset-backed security (ABS) – emesse per la prima volta sul mercato ExtraMot Pro ma escluse per preservare la significatività statistica, vista l’eccezionalità e l’importo.

Confermato il trend di riduzione del taglio medio (7,3 mln al 31 dicembre 2017) e della cedola media (5,13% al 31 dicembre 2017) e incremento dei settori Industrial, Food & Beverage e Media & ICT per un controvalore complessivo pari a circa 80 mln. Cresce il numero di emissioni da parte di società che avevano già fatto ricorso allo strumento minibond; tra queste troviamo: Gpi, C.R. Spa, Ireos, Innovaway, OSAI Automation System e 4 Madonne Caseificio dell’Emilia Romagna Soc. Coop. Agricola.

L’identikit aggiornato del minibond sotto i 50 mln è il seguente: Taglio medio 7,3 mln, Scadenza media 5,1 anni, Struttura del rimborso: 48% bullet/52% con piano di ammortamento, Cedola media annua 5,13% e Fatturato medio emittente 106,2 mln.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Minibond

I commenti sono chiusi.