Minibond: 1 miliardo di euro raccolti negli ultimi due mesi

Il trend di emissioni prosegue a ritmo serrato e sembra funzionare bene. Un numero crescente di aziende sta facendo domanda di quotazione di piccoli prestiti

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il trend di emissioni prosegue a ritmo serrato e sembra funzionare bene. Un numero crescente di aziende sta facendo domanda di quotazione di piccoli prestiti

Negli ultimi due mesi 22 piccole e medie imprese hanno emesso mini bond per un valore pari complessivamente a circa 1 miliardo di euro con operazioni che vanno da un minimo di 5 milioni di euro ad un massimo di 200 milioni di euro. Un risultato definito ”importante” dal ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan. Lo strumento dei mini bond – sottolinea il Ministero dell’Economia e delle Finanza – ”è ormai decollato e diventa sempre più diffuso tra le piccole e medie imprese che intendono accedere al mercato per reperire risorse di finanziamento in alternativa al credito bancario”.   Minibond, strumento efficace di finanziamento per le Pmi   [fumettoforumright] Notevole impulso ai minibond, ricorda il Dicastero, è stato dato dalle norme introdotte nel D.L. Competitività (tra cui un regime fiscale vantaggioso) e dalle misure attuative di precedenti provvedimenti, di recente adottate. Il potenziamento dei mini bond rientra nella missione ”Finanza per la Crescita voluta dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan e dal Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, per rafforzare e diversificare gli strumenti di finanziamento delle imprese, soprattutto quelle piccole e medie, e favorire così il rilancio degli investimenti. ”’Le nuove misure adottate dal governo per favorire il ricorso ai bond – ha spiegato il ministro Padoan – stanno dando risultati importanti, dimostrandosi uno strumento appetibile e di sostegno alle pmi in un contesto macroeconomico non facile. Abbiamo intenzione di portare questa esperienza all’attenzione dei partner europei in occasione dell’Ecofin informale di Milano a settembre”.   Minibond, si moltiplicano le emissioni   Il mercato dei minibond, ovvero delle obbligazioni quotate che ha preso il via nel 2013 con la creazione da parte di Borsa Italiana-LSE del mercato MTF denominato Extra Mot Pro sulla base del decreto sviluppo del governo Monti del 2012 è in forte accelerazione. Cominciano a esserci di settimana in settimana diverse emissioni da quelle più piccole a quelle di valore più alto. L’opportunità è interessante. Soprattutto in virtù dei miraggi di finanziamento delle Pmi mediante una nuova operazione verso le banche della Banca centrale europea. Le nuove Ltro in programma, cioè il gettito di finanziamenti a tasso agevolato per gli istituti di credito nostrani, creeranno probabilmente un ennesimo fenomeno di carry trade, ovvero l’acquisto di titoli di stato invece di finanziare le aziende italiane. E’ ovvio che in questo clima le aziende italiane investono poco, e i piani di sviluppo sono lasciati a tempi migliori con l’illusione di continuare lo stesso rapporto con il sistema bancario che ci ha accompagnato negli ultimi 30-40 anni.   Minibond, cosa sono e come funzionano   Si tratta a tutti gli effetti di titoli finanziari, nello specifico di obbligazioni, che possono essere emessi da un’azienda non quotata. Un’obbligazione (o bond) è un titolo di credito che un’azienda o un altro ente privato emette per cercare dei finanziamenti. Praticamente vende il suo debito. Scopo di un’emissione obbligazionaria è il reperimento di liquidità da parte dell’emittente (la vostra azienda). Le banche, anche locali, possono avere diverse funzioni nel processo di quotazione. Il minibond può essere un modo di migliorare il rapporto con i propri clienti e con il proprio territorio. Il minibond per le aziende rappresenta un canale di finanziamento alternativo alle banche economico e semplice che permette di ottenere liquidità, ma anche altri vantaggi come quelli fiscali e di immagine sui propri stakeholders.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni High Yield, Obbligazioni societarie