Lettera aperta al Sig. Ministro delle Finanze, On. Giulio Tremonti

La tassazione dei Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all'inflazione europea (BTP€i) produce una anomalia che ne ostacola la diffusione presso i risparmiatori italiani. Sollecitiamo un intervento del Ministro.

di negusneg, pubblicato il
La tassazione dei Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all'inflazione europea (BTP€i) produce una anomalia che ne ostacola la diffusione presso i risparmiatori italiani. Sollecitiamo un intervento del Ministro.

Lettera aperta al Sig. Ministro delle Finanze

On. Giulio Tremonti

Egr. Sig. Ministro, siamo un gruppo di persone che frequentano la sezione “Obbligazioni, Bond e Titoli di Stato” del Forum Investire Oggi. Siamo rimasti molto stupiti leggendo sul supplemento Plus del Sole 24 Ore di sabato 29 novembre 2008 e numeri successivi (vedi immagini qui sotto) la vicenda di un lettore, e le risposte avute dagli esperti del giornale, riguardo a taluni aspetti della tassazione dei BTP€i (Buoni Poliennali del Tesoro indicizzati all’inflazione europea) che non conoscevamo. plus29112008-btpi plus-su-btpei-7-febbraio-20091 Si trattava infatti, da quel che ci risulta, della prima emissione di BTP€i che veniva rimborsata a scadenza, ed il lettore lamentava il fatto che gli era stato tassato, con la ritenuta del 12,50%, l’intero incremento del capitale dovuto alla inflazione intercorsa fra la data di emissione e quella di scadenza, pur avendo egli acquistato il titolo solo successivamente all’emissione, ed avendo quindi usufruito di tale rivalutazione solo in parte. Cercando di approfondire la questione, in una discussione sul Forum, abbiamo in effetti rinvenuto una Nota esplicativa del suo Ministero che sembra avallare questa ipotesi. Con questa lettera intendiamo segnalare con forza che, se questa interpretazione venisse confermata, la diffusione ed il collocamento di questa tipologia di titoli (che all’estero stanno conoscendo una grande e crescente popolarità) sarebbero fortemente disincentivati, in primo luogo per il meccanismo eccessivamente complicato che ne ostacolerebbe una agevole comprensione da parte della maggioranza dei potenziali acquirenti, ma soprattutto per la evidente disparità di trattamento rispetto ad altri titoli, che in certe situazioni li penalizzerebbe fino al punto di fare pagare all’ignaro risparmiatore più tasse dell’effettivo guadagno conseguibile. Certi di un suo personale interessamento La invitiamo, tramite gli Uffici preposti del Suo Ministero: 1) a chiarire definitivamente se l’interpretazione data dagli esperti del Sole 24 Ore, in accordo con la lettura della Nota informativa citata in precedenza, sia da intendersi corretta oppure meno, o altrimenti (nel caso in cui Lei confermasse tale interpretazione) 2) a procedere senza indugio ad una semplificazione della norma, tale da non disincentivare ulteriormente l’utilizzo e la sottoscrizione di tali strumenti da parte della vasta platea dei risparmiatori italiani Siamo naturalmente disponibili a discutere i dettagli tecnici della questione sulle pagine del nostro forum o dei giornali che vorranno ospitare questa lettera aperta. In attesa di una Sua risposta

i lettori della sezione “Obbligazioni, Bond e Titoli di Stato”

del Forum Investire Oggi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Titoli di Stato Italiani