Italia Independent: sottoscritta seconda tranche bond al 7%

Le obbligazioni Italia Independent Group Tasso fisso 7% 2017-2020 sono state collocate per 1 milione di euro e sottoscritte da investitori istituzionali

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni Italia Independent Group Tasso fisso 7% 2017-2020 sono state collocate per 1 milione di euro e sottoscritte da investitori istituzionali

Italia Independent, a valere sulla delibera del Cda del 22 maggio, ha reso noto che in data odierna è stata sottoscritta ed emessa a seguito di collocamento privato la seconda tranche del prestito obbligazionario “Italia Independent Group Tasso fisso 7% 2017-2020“, scadenza 15 giugno 2020, per un ammontare di 1 milione di euro. I bond sono stati sottoscritti da investitori istituzionali.

 

l CdA di Italia Independent, lo scorso mese di maggio, aveva deliberato la possibilità di emettere entro il prossimo 31 dicembre uno o più prestiti obbligazionari, per un ammontare complessivo non superiore a 5 milioni di euro al tasso di interesse del 7%, da collocare direttamente in forma di collocamenti privati.  Obiettivo dell’operazione, dotare il gruppo di nuove disponibilità finanziarie per il perseguimento delle proprie attività. A seguito della decisione, che “garantisce flessibilità a Italia Independent Group” – si legge in una nota – la società “valuterà di volta in volta le opportunità offerte, determinando scadenze ed ammontare delle eventuali emissioni“.

Italia Independent: perdita primo semestre a 3,14 milioni

 

Italia Independent ha chiuso il primo semestre 2017 con un fatturato netto del pari a 16,058 milioni di euro (16,344 milioni di al 30 giugno 2016) e un risultato netto di gruppo pari a -3,143 milioni di (-2,656 milioni di al 30 giugno 2016). Il Margine lordo è stato pari a 10,312 milioni di euro (11,055 milioni di al 30 giugno 2016) e l’Ebitda a 35 mila euro, in miglioramento di 1,775 milioni di (-1,74 milioni di al 30 giugno 2016). L’Ebit invece si è attestato a -2,005 milioni di, in salita di 2,429 milioni di euro, e la posizione finanziaria netta è negativa per 22,145 milioni di (18,314 milioni di al 31 dicembre 2016, -33,589 milioni di al 30 giugno 2016).

La Società – spiega la nota – sta proseguendo nel percorso di riorganizzazione avviato nei mesi scorsi e sta già mostrando significativi miglioramenti sia dal punto di vista economico (importante incremento del margine operativo lordo a fronte di un fatturato stabile) che da quello patrimoniale (riduzione del Capitale circolante netto a fronte del decremento del magazzino e dei giorni medi di incasso) grazie ai benefici apportati da sostanziali attività di revisione del modello gestionale articolate.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni High Yield

I commenti sono chiusi.