Italia colloca 7,75 miliardi di Btp. Tassi in rialzo

Rendimenti in rialzo per i Btp dopo il collocamento in asta di titoli di stato a varie scadenze. Spread a quota 240 bp

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Rendimenti in rialzo per i Btp dopo il collocamento in asta di titoli di stato a varie scadenze. Spread a quota 240 bp

Il Tesoro ha collocato tutti i 7,75 miliardi di euro di Btp in offerta. Sul triennale il tasso di interesse è aumentato di 10 punti base rispetto al precedente collocamento all’1,20%. Aumento più sensibile sulla scadenza a sette anni, al 2,55% rispetto al 2,31% dell’asta precedente. Sul trentennale il rendimento si è attestato al 3,55%.

Il collocamento del nuovo Btp 7 anni è stato agevolato dal basso quantitativo offerto. Lo spread di rendimento sul benchmark precedente è rimasto stabile, sia nel pomeriggio, che nel pre-asta, nonostante la volatilità del mercato, legata alle indiscrezioni sulle dimissioni di Tria, e questo è un buon segnale”, ha sottolineato Chiara Manenti, economista di Intesa Sanpaolo. “Sarà da valutare come si muoverà il mercato dopo l’asta, ultimamente tende ad appesantirsi, in un contesto che rimane fragile ed esposto a molti rischi. A fine mese ci aspettiamo che il Tesoro arrivi a coprire l’81% della raccolta prevista per quest’anno“.

Lo spread è salito ieri e stamattina, anche sopra quota 240 punti base, in scia alle indiscrezioni in base alle quali il Movimento 5 Stelle avrebbe lanciato un ultimatum a Giovanni Tria: se il ministro dell’Economia e delle Finanze non troverá 10 miliardi di euro a copertura del reddito di cittadinanza, allora i pentastellati chiederanno le sue dimissioni.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

I commenti sono chiusi.