Intesa Sanpaolo prezza bond da 1,25 miliardi

L’obbligazione bancaria è la prima del 2015 lanciata da un emittente italiano sull’euromercato. Gli ordini hanno superato i 3,5 miliardi. Tutti i dettagli del collocamento

di , pubblicato il
L’obbligazione bancaria è la prima del 2015 lanciata da un emittente italiano sull’euromercato. Gli ordini hanno superato i 3,5 miliardi. Tutti i dettagli del collocamento

Come anticipato, Intesa Sanpaolo ha lanciato un bond benchmark della durata di cinque anni. Si tratta della prima obbligazione italiana che sbarca sull’euromercato nel 2015 ed è stata accolta con un successo dagli investitori istituzionali. Il gruppo bancario italiano ha, infatti, raccolto ordini per circa 3,5 miliardi di euro da tutta Europa a fronte di una offerta iniziale di 500 milioni, poi salita fino a 1,25 miliardi. La nuova emissione – commentano gli operatori – è stata accolta favorevolmente dal mercato anche a seguito dei giudizi positivi e dalle raccomandazioni d’acquisto espresse da alcune importanti case d’investimento.   Nuovo bond Intesa Sanpaolo rende 1,24%   [fumettoforumright]L’obbligazione a tasso fisso è di tipo senior non garantito, ha scadenza 14 gennaio 2020 e cedola annuale pari a 1,125%. Il bond (XS1168003900), che sarà presto quotato presso la borsa del Lussemburgo e negoziabile per importi minimi di 100.000 euro nominali, è stato prezzato a reoffer 99,446, per un rendimento a scadenza del 1,24%, pari a un premio di rendimento di 90 punti base sopra il tasso midswap.

Una prima indicazione in tal senso era stata data prima del lancio in area 100 pb, poi rivista in un intervallo compreso tra 90 e 95 pb. L’operazione è stata gestita da Banca Imi, Credit Suisse, Deutsche Bank, Goldman Sachs e SG Cib. Intesa Sanpaolo ha rating Baa2 per Moody’s, BBB- per S&P e BBB+ per Fitch. L’obbligazione è stata emessa a valere sul programma Euro Medium Term Notes della Ca’ de Sass.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,