Intesa San Paolo lancia buy back per 1,5 miliardi: caratteristiche e scadenza

Coinvolti nell’operazione 14 titoli obbligazionari senior per un ammontare massimo di 1,5 miliardi di euro. L’operazione servirà ad ottimizzare il profilo debitorio del gruppo bancario italiano

di , pubblicato il
Coinvolti nell’operazione 14 titoli obbligazionari senior per un ammontare massimo di 1,5 miliardi di euro. L’operazione servirà ad ottimizzare il profilo debitorio del gruppo bancario italiano

Mercato obbligazionario in fermento per Intesa San Paolo. Il noto gruppo bancario italiano ha lanciato un’offerta di riacquisto dei propri titoli senior spendendo 1,5 miliardi di euro. Il buy back, che segue altre due precedenti operazioni di riacquisto e scambio di titoli obbligazionari subordinati e senior consentirà a Intesa San Paolo di ottimizzare il profilo delle proprie passività riducendone l’ammontare in eccesso e modificando la relativa distribuzione temporale. L’offerta, che ha preso il via lo scorso 2 Luglio, coinvolge ben 14 titoli emessi e quotati da Intesa San Paolo e si concluderà alle ore 17 del prossimo 11 Luglio, ma è consigliabile disporre tramite il proprio intermediario la vendita dei relativi strumenti finanziari prima di tale data. Il pagamento del prezzo d’acquisto complessivo e del rateo interessi per i titoli offerti che verranno accettati in acquisto da Intesa San Paolo è previsto invece per il 16 Luglio.

 

Buy back Intesa San Paolo per 1,5 miliardi di euro fino al 11 Luglio 2013 Intesa Buy Back

 

Come riporta una nota del gruppo bancario, l’acquirente attualmente propone di accettare in acquisto i titoli ai sensi dell’invito fino ad un esborso complessivo massimo, determinato da questi tenendo conto del prezzo di acquisto dei titoli di ciascuna serie rilevante, tale per cui il corrispettivo di acquisto complessivo da pagarsi da parte dell’acquirente per tutti i titoli accettati in acquisto dall’acquirente stesso non sia superiore a Euro 1.500.000.000. Il prezzo che sarà pagato dall’acquirente a ciascun portatore, che avrà validamente presentato un’offerta di vendita dei propri titoli ai sensi dell’Invito e la cui offerta – subordinatamente all’applicazione del rilevante ordine di priorità e del riparto delle offerte, ove applicabile – sia stata accettata dall’acquirente, è indicato nella tabella sotto allegata.

Gli obbligazionisti, i cui titoli siano stati accettati per l’acquisto, riceveranno, alla data di regolamento, un ammontare in denaro (Accrued Amount Payment) pari agli interessi maturati da tali titoli tra l’ultima data di pagamento degli interessi (inclusa) immediatamente precedente la data di regolamento dell’Invito e la data di regolamento dell’Invito (esclusa). L’acquirente si riserva il diritto di accettare un ammontare significativamente superiore o inferiore (o anche nessun ammontare) di titoli o titoli di una serie rispetto alle altre serie di titoli nell’ambito dello stesso ordine di priorità.

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA UFFICIALE DELLA BANCA: Intesa Sanpaolo, annuncio di buy back

Argomenti: ,