Il commento di State Street alla decisione di politica monetaria della BCE

Nessuna novità dalla Bce, Draghi fiducioso su crescita economica eurozona

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Nessuna novità dalla Bce, Draghi fiducioso su crescita economica eurozona

A seguito del meeting odierno del Monetary Policy Committee (MPC) della Banca Centrale Europea (BCE), Timothy Graf, responsabile macro strategy per l’area EMEA di State Street Global Markets; e Antoine Lesné, responsabile Strategia e Ricerca EMEA di SPDR ETFs, hanno così commentato.

Commento di Graf: “Avendo offerto una significativa guidance politica e di vasta portata nell’ultimo meeting, la BCE non ha avuto bisogno agitare i tranquilli mercati estivi. Nonostante stia diventando sempre più chiaro che i deludenti dati del primo trimestre avessero un carattere temporaneo e che la crescita sia ancora solida, l’inflazione è lontana dal proprio target del 2% e le prospettive per l’Eurozona sono leggermente offuscate dal possibile incremento delle barriere commerciali. In questo contesto, la cautela mostrata in merito alla normalizzazione della politica monetaria sembra più che giustificata. I mercati valutari e dei cambi faranno fatica ad allontanarsi da quello che era un risultato ampiamente atteso”. 

Commento di Lesné: “Per questo mese non erano previsti grandi cambiamenti. I rischi di downside per la crescita erano già stati messi in evidenza il mese scorso, quando la BCE aveva annunciato la fine del proprio programma di acquisto di asset. I dati deludenti sull’inflazione core di giugno potrebbero causare lo slittamento del primo rialzo dei tassi previsto, ma l’estate 2019 rimane ben posizionata, poiché i dati sottostanti, come quelli relativi ai salari, suggeriscono un’accelerazione dell’inflazione. Non prevediamo ingenti movimenti di mercato in risposta alla decisione di oggi e la recente performance dell’euro rispetto al dollaro potrebbe rimanere stabile”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

I commenti sono chiusi.