Il bond Kabel Deutschland 6,50% è più sicuro dei BOT

Il colosso britannico Vodafone starebbe per lanciare un’offerta per rilevare la compagnia tedesca attiva nelle telecomunicazioni a band larga. Le obbligazioni volano in attesa di possibile rimborso anticipato

di , pubblicato il
Il colosso britannico Vodafone starebbe per lanciare un’offerta per rilevare la compagnia tedesca attiva nelle telecomunicazioni a band larga. Le obbligazioni volano in attesa di possibile rimborso anticipato

Da quando Vodafone ha messo gli occhi sul Kabel Deutschland, le obbligazioni del colosso tedesco si sono rafforzate visibilmente sul mercato. Già all’inizio dell’anno il gigante britannico delle telecomunicazioni aveva iniziato a lavorare sul dossier, per poi interrompere il lavoro a seguito di una fuga di notizie. Ai tempi si parlò di un’offerta da 10 miliardi di euro. Due giorni fa, però, Vodafone ha confermato il suo interesse per la Kabel Deutschland, società tedesca specializzata in servizi telefonici via cavo, internet e tv, dichiarando di aver avviato trattative preliminari finalizzate ad una possibile offerta.

 

Bond Kabel Deutschaland 6,50% 2017 e 2018 in dettaglio

 

typ3

Sul mercato dei capitali, le azioni Kabel Deutschland quotate alla borsa di Francoforte hanno messo su un poderoso rialzo del 50% negli ultimi 12 mesi, mentre per quanto riguarda i bond high yield possiamo notare una solida tenuta delle quotazioni. Kabel Deutschland è presente con due obbligazioni in euro collocate nel 2011 e 2012 presso investitori istituzionali per complessivi 900 milioni di euro. La prima scade nel giugno del 2018 (XS0637824326), paga una cedola fissa del 6,50% su base semestrale a giugno e dicembre e rende al momento il 5,30% lordo a scadenza. La seconda scade prima, a luglio 2017 8 XS0796023538) , paga anche essa una cedola fissa del 6,50% su base semestrale a luglio e gennaio e rende il 4,60%. Entrambe le obbligazioni sono di tipo senior secured, quindi garantite direttamente dai beni della società e trattate alla stregua del debito bancario contratto dall’emittente, sono quotate alla borsa del Lussemburgo e negoziabili per tagli minimi di 100.000 euro più multipli aggiuntivi di 1.000. Ma la cosa più importante che un investitore deve sapere, al di là del possibile take over da parte di Vodafone, che comunque conferirebbe maggiore sicurezza ai bond corporate tedeschi, è il diritto di rimborso immediato (opzione put redemption) a 101 che sorgerebbe in capo ai detentori dei titoli nel momento in cui il controllo di Kabel Deutchland cambia di mano. Una eventualità che analisti e investitori stanno seriamente prendendo in considerazione, visti anche gli scambi e i volumi dei bond sul mercato secondario.

A conti fatti, non converrebbe comunque esercitare questo diritto ai prezzi correnti (105-106) poiché si andrebbe a perdere dei soldi, pur considerando la cedola elevata. Tuttavia – secondo Albert Kadira analista di Barclay – il debito di Kabel ne risulterebbe rafforzato entrando a far parte del perimetro del gruppo Vodafone, la cui qualità del credito è nettamente più solida (A- per S&P), di quella della compagnia tedesca (BB+ secondo S&P e Fitch). Solitamente, poi, col tempo, come avviene in casi simili, la casa madre tenderà a rifinanziare il debito della società acquisita a costi più bassi rimborsando anticipatamente i titoli più onerosi. A questo proposito i bond Kabel, come prevede il regolamento, potranno essere riacquistati al prezzo di 106,50, in parte (40%) entro il 30 giugno 2014, e interamente dopo tale data. Sicchè, ai prezzi attuali e considerando l’opzione call, il rendimento è praticamente uguale a quello della cedola.

 

Vodafone alla conquista di Kabel Deutschland per diventare leader in Europa

 

Kabel_460_tcm9-11958

Come sempre accade, il predatore rischia, almeno nel breve periodo, di indebolirsi acquisendo una preda (relativamente) più debole. Le azioni di Vodafone in borsa si sono indebolite, ma anche gli analisti di Fitch hanno messo in guardia gli investitori su un possibile downgrade del merito creditizio del colosso britannico delle telecomunicazioni, già valutato A- con outlook stabile. Una passaggio quasi obbligato – secondo Kadira – poiché la probabile acquisizione di Kabel comporterebbe un esborso economico di dimensioni eccezionali e un aumento del levarage al di sopra di 2,5 volte l’Ebitda (848 milioni nel 2012) già in leggero calo. Vodafone, dal canto suo, dovrebbe cedere qualche assetes, come la quota detenuta nell’americana Verizon Wireless, per non vedersi deteriorare oltremisura la qualità del credito. Del resto, però, con il mercato della telefonia mobile ormai saturo oltre ogni limite, quello che conta per i grandi players europei della telefonia è acquisire piccole o medie società attive nel segmento broadband via cavo, business che ha ancora grossi spazi di crescita in Europa. Per Vodafone, l’acquisizione di Kabel significherebbe rafforzare ancora di più la sua presenza sul mercato tedesco, dove già oggi, con una quota di mercato di circa il 30 per cento, è il secondo operatore di telefonia mobile dopo T-Mobile, la società di Deutsche Telekom.

Se rilevasse Kabel Deutschland – riferisce Der Spiegel – la società britannica diventerebbe un peso massimo nel comparto delle telecomunicazioni cablate. Attualmente Kabel Deutschland serve in Germania  un’utenza di circa 8,5 milioni di clienti con servizi di tv via cavo, internet e linee telefoniche cablate. Nel 2012 il gruppo tedesco ha generato ricavi per 1,7 miliardi di euro (+6,3%) e un utile netto di 160 milioni. Il debito netto si è mantenuto stabile a quota 2,7 miliardi, anzi è sceso del 2,1% rispetto all’anno precedente, abbassando il leverage a 3,4 volte l’Ebitda (da 3,8 x).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,