IGD lancia bond da 100 milioni di euro: cedola 2,25%

Le obbligazioni IGD saranno collocate entro gennaio 2017. Taglio minimo 100.000 euro

di , pubblicato il
Le obbligazioni IGD saranno collocate entro gennaio 2017. Taglio minimo 100.000 euro

IGD (Immobiliare Grande Distribuzione Siiq) torna sul mercato dei capitali. IGD ha infatti annunciato il lancio di un nuovo bond senior da offrire in sottoscrizione a investitori istituzionali. Si tratta della seconda emissione dell’anno: lo scorso mese di maggio IGD aveva collocato un altro bond da 300 milioni.

Obbligazioni IGD tasso fisso 2,25%

Nel dettaglio, come recita una nota della società, il Cda di IGD Siiq ha approvato l’emissione di un prestito obbligazionario rivolto esclusivamente a investitori qualificati, non garantito e non convertibile, di importo nominale complessivo pari ad 100.000.000 euro, con scadenza in sette anni, da emettersi entro il 31 gennaio 2017. Le obbligazioni di nuova emissione – spiega la  nota – avranno un taglio unitario di 100.000 euro, una durata di sette anni, una cedola lorda annua fissa pari al 2,25% e il prezzo di emissione sara’ pari al 100% del valore nominale.

Il nuovo bond IGD servirà a rifinanziare debiti in scadenza

Non è prevista la quotazione delle obbligazioni IGD su mercati regolamentati né la registrazione delle stesse su sistemi multilaterali di negoziazione. Questa emissione consentirà a Igd di allungare il profilo di scadenze finanziarie e diminuire ulteriormente il costo del debito. L’operazione sarà finalizzata al rifinanziamento dell’indebitamento esistente e alla gestione operativa generale della Società. Mediobanca – Banca di Credito Finanziario agisce in qualità di Arranger dell’operazione. Chiomenti agisce in qualità di consulente legale della Società.

IGD, utile netto sale a 37,2 milioni nei primi nove mesi

IGD Siiq ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto di 37,2 milioni di euro, in crescita del 22,1% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. I ricavi complessivi consolidati, informa una nota, ammontano a 102 milioni di euro, in crescita del 6,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; i ricavi da gestione caratteristica si sono attestati a 101,4 milioni di euro (+7,8% a/a); l’Ebitda della gestione caratteristica è pari a 70,5 milioni di euro, in crescita del 10,7% rispetto al 30 settembre 2015.

Diminuisce ulteriormente l’incidenza dei costi operativi sui ricavi caratteristici e dunque l’Ebitda Margin della gestione caratteristica si attesta al 69,5%, in incremento di 180 punti base rispetto allo scorso anno. Il Funds From Operations (FFO) è pari a 39,9 milioni di euro, in crescita del 18,7% rispetto ai primi nove mesi del 2015. Anche in questo caso, dunque, il gruppo conferma gli obiettivi di crescita comunicati (+15/16% a fine 2016). La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2016, pari a -1.004,7 milioni di euro, come sopra ricordato è incrementata rispetto a settembre 2015 (-931,4 milioni di euro) a seguito degli investimenti e acquisizioni effettuate. Al contempo rimangono sostanzialmente stabili gli indicatori di struttura finanziaria quali il gearing ratio (0,95x) e il Loan to Value (48%).

Argomenti: ,