Igd completa collocamento bond da 100 milioni di euro

Le nuove obbligazioni Igd Siiq 2,25% 2022 sono state collocate presso investitori istituzionali. Taglio minimo, 100.000 euro

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le nuove obbligazioni Igd Siiq 2,25% 2022 sono state collocate presso investitori istituzionali. Taglio minimo, 100.000 euro

Igd ha completato con successo il collocamento privato del bond non garantito e non convertibile, per l’importo nominale complessivo pari a 100 milioni di euro, con scadenza a 7 anni.

Il prestito obbligazionario Igd della durata di cinque anni  – spiega una nota – è stato collocato integralmente presso Pricoa Capital Group, appartenente al gruppo statunitense Prudential Financial Inc.. La cedola lorda annua fissa e’ pari al 2,25% e il prezzo di emissione e’ pari al 100% del valore nominale.

Obbligazioni Igd Siiq 2,25% 2022

Non è prevista la quotazione delle obbligazioni Igd Siiq su mercati regolamentati né la registrazione delle stesse su sistemi multilaterali di negoziazione. Questa emissione consentirà a Igd di allungare il profilo di scadenze finanziarie e diminuire ulteriormente il costo del debito, ora previsto già al di sotto del 3% nel 2017, quindi in anticipo rispetto all’obiettivo fissato nel Business Plan 2016-2018. L’operazione è finalizzata al rifinanziamento dell’indebitamento esistente e alla gestione operativa generale della Società. Mediobanca ha agito in qualità di Arranger dell’operazione. Chiomenti ha agito in qualità di consulente legale della Società, mentre Morgan Lewis & Bockius LLP ha agito in qualità di consulente legale dell’acquirente.

Igd, utile netto sale a 37,2 milioni nei primi nove mesi

Igd Siiq ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto di 37,2 milioni di euro, in crescita del 22,1% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. I ricavi complessivi consolidati, informa una nota, ammontano a 102 milioni di euro, in crescita del 6,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; i ricavi da gestione caratteristica si sono attestati a 101,4 milioni di euro (+7,8% a/a); l’Ebitda della gestione caratteristica è pari a 70,5 milioni di euro, in crescita del 10,7% rispetto al 30 settembre 2015. Diminuisce ulteriormente l’incidenza dei costi operativi sui ricavi caratteristici e dunque l’Ebitda Margin della gestione caratteristica si attesta al 69,5%, in incremento di 180 punti base rispetto allo scorso anno. Il Funds From Operations (FFO) è pari a 39,9 milioni di euro, in crescita del 18,7% rispetto ai primi nove mesi del 2015. Anche in questo caso, dunque, il gruppo conferma gli obiettivi di crescita comunicati (+15/16% a fine 2016). La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2016, pari a -1.004,7 milioni di euro, come sopra ricordato è incrementata rispetto a settembre 2015 (-931,4 milioni di euro) a seguito degli investimenti e acquisizioni effettuate. Al contempo rimangono sostanzialmente stabili gli indicatori di struttura finanziaria quali il gearing ratio (0,95x) e il Loan to Value (48%).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni IGD

I commenti sono chiusi.