Ida debutta su capital market con bond a 5 anni da 1,5 miliardi

La cedola Ida è del 2,75% e verrà corrisposta semestralmente. Il regolamento è atteso per il prossimo 24 aprile e la maturità è fissata al 2023

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La cedola Ida è del 2,75% e verrà corrisposta semestralmente. Il regolamento è atteso per il prossimo 24 aprile e la maturità è fissata al 2023

L’International Development Association (Ida) ha debuttato sul mercato dei capitali con un bond benchmark da un miliardo di dollari, la cui taglia è stata portata a 1,5 miliardi di usd a seguito di ordini complessivi per un controvalore di 4,6 miliardi che hanno consentito di coprire il book oltre tre volte.

Le indicazioni finali di prezzo, si legge in una nota, sono state fissate a 19,6 punti base sul rendimento dei Titoli di Stato statunitensi a cinque anni, livello che – a fronte di un valore di emissione sotto la pari a 99,357 – porta il rendimento annuo a scadenza al 2,889%. La cedola annua è del 2,75% e verrà corrisposta semestralmente. Il regolamento è atteso per il prossimo 24 aprile e la maturità della nuova carta verrà pertanto fissata per il Ida 24 aprile 2023. L’ammontare raccolto verrà utilizzato per sostenere progetti e programmi legati allo sviluppo sostenibile, nei Paesi membri di Ida.

Nel collocamento Ida, Barclays, BnpParibas, JpMorgan e Nomura hanno agito come joint-lead, mentre Citi, Deutsche Bank, Icbc, Seb e Td Securities sono stati senior co-lead. Infine, come junior co-lead. Hanno operato Bofa Merrill Lynch, Bmo Capital Markets, Commerzbank, Credit Agricole Cib, Daiwa Capital Markets, Dz Bank, Goldman Sachs International, Hsbc, Ing, Morgan Stanley, Natixis, NatWest Markets, Rbc Capital Markets, Scotiabank, Societé Generale Cib, Standard Chartered Bank e Wells Fargo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni sovranazionali

I commenti sono chiusi.