I titoli di stato rumeni sono meglio dei BTP

A parità di rischio, le obbligazioni della Romania offrono rendimenti migliori. I nuovi bond hanno tagli da 1.000 euro

di , pubblicato il
A parità di rischio, le obbligazioni della Romania offrono rendimenti migliori. I nuovi bond hanno tagli da 1.000 euro

Basta BTP. Il decennale nostrano rende 1,45% contro il 2,85% di quello rumeno. L’investitore deve infatti sapere che il rating di Bucarest è pari a quello dell’Italia e nell’area investment grade (BBB- per Standard & Poor’s) . Inoltre i ritmi di crescita della Romania sono decisamente più elevati di quelli dell’Italia che, oltretutto, rimane osservato speciale da Bruxelles per via dell’elevato debito pubblico che il paese non riesce a smaltire. Una relazione realizzata dalla compagnia di consulenza Ernst&Young evidenzia come nel primo trimestre del 2015 la Romania ha registrato il piu’ alto avanzo del consumo interno dall’arrivo della crisi economica del 2008, del 2,6% rispetto al medesimo periodo del 2014. La crescita del consumo interno nei primi tre mesi dell’anno ha superato le attese, grazie alla crescita economica del paese che nel medesimo periodo e’ stata del 4,2%. Per quanto riguarda il prodotto interno lordo del paese, la compagnia di consulenza anticipa un incremento del 3,1 per cento per quest’anno (con proiezioni fino al 4,5%) e del 3,6 per cento per il 2016, con possibilità arrivi addirittura al 5%.   Obbligazioni Repubblica della Romania 2025 e 2035   Per quanto concerne i rendimenti dei titoli di stato, va detto che questi sono a tutti gli effetti più alti di quelli italiani poiché non sono “drogati” dal quantitative easing della BCE, anche se in parte ne beneficiano indirettamente. Recentemente Bucarest ha collocato obbligazioni per 2 miliardi di euro a tasso fisso e a lunga scadenza offrendo un rendimento del 2,85% su una tranche decennale e 3,89% su una tranche ventennale. Le obbligazioni in euro sono state sovra sottoscritte dagli investitori internazionali per circa 2 volte il loro ammontare offerto e pagano la cedola annualmente il 29 ottobre. Interessante è il fatto che i bond sono negoziabili per importi minimi di 1.000 euro e quindi abbordabili anche da parte dei risparmiatori retail che volessero diversificare i loro investimenti. Il funding rinvenuto con le due emissioni, i cui dettagli si possono consultare qui sotto, serviranno ad estinguere obbligazioni in scadenza nel 2016.   Repubblica della Romania 2,275% 2025 XS1312891549 Repubblica della Romania 3,875% 2035 XS1313004928

Argomenti: , , ,