Halliburton lancia 3 miliardi di nuovi bond per comprare azioni

La multinazionale americana dei servizi petroliferi ha immesso sul mercato quattro nuove obbligazioni in dollari con lo scopo di rastrellare azioni in borsa. Rating A e rendimenti interessanti sul decennale

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La multinazionale americana dei servizi petroliferi ha immesso sul mercato quattro nuove obbligazioni in dollari con lo scopo di rastrellare azioni in borsa. Rating A e rendimenti interessanti sul decennale

Il gruppo Usa di servizi petroliferi Halliburton continua a far parlare di sé. Dopo aver accettato nei giorni scorsi di dichiararsi colpevole di distruzione di prove nell’inchiesta sul suo ruolo nella marea nera dell’aprile 2010 nel Golfo del Messico, ha sollecitato il mercato per lanciare un mega bond da 3 miliardi di dollari fra investitori istituzionali. E c’è da dire che, se da un lato l’immagine del gigante americano è rimasta offuscata dalla vicenda del Golfo del Messico, dal punto di vista finanziario ha avuto modo di recuperare credibilità, visto il pieno successo dell’operazione. I proventi del funding saranno infatti utilizzati per un’enorme operazione di buy back sulle azioni quotate a New York fino a 3,3 miliardi di dollari, mediante “dutch auction” in un range di prezzo compreso  42,50 e 48,50 per azione, come annunciato in precedenza dai vertici. Il riacquisto servirà a sostenere anche le quotazioni oltre che a dare maggiore valore agli azionisti, ma il debito rischia di diventare troppo grosso.

 

Obbligazioni Halliburton per 3 miliardi di dollari, caratteristiche e dettagli

 

Sul mercato dei capitali, le nuove obbligazioni senior unsecured Halliburton sono state collocate senza problemi fra investitori istituzionali che hanno risposto all’offerta con richieste superiori per 2,5 volte l’ammontare. [fumettoforumright]Nello specifico si tratta di un’emissione in dollari suddivisa in 4 tranches a diverse scadenze. Il bond Halliburton 1% 2016 da 600 milioni di dollari (US406216BB62), il bond Halliburton 2% 2018 da 400 milioni (US406216BC46), Halliburton 3,5% 2023 da 1.100 milioni (US406216BD29) e Halliburton 4,75% 2043 da 900 milioni (US406216BE02). Tutte e quattro sono state emesse sotto la pari e saranno presto quotate al Nasdaq. Pagano una cedola fissa su base semestrale il 1 febbraio e a Agosto e sono negoziabili per tagli minimi di 2.000 dollari (1.500 euro) con multipli aggiuntivi da 1.000. il titolo più gettonato dagli investitori è stato il decennale che è stato venduto per oltre un terzo dell’ammontare complessivo offerto e viene trattato al momento sul mercato Otc (over the market) a 99,83 per un rendimento finale lordo del 3,55%. Un tasso decisamente superiore al Treasury decennale considerando che Halliburton gode di un rating  A per Standard & Poor’s e A2 per Moody’s, quindi non distante dalla AAA dello stato federale. I bond – secondo gli analisti americani – sono stati offerti a sconto per via della notizia che ha visto la holding dichiarasi colpevole per i fatti del 2010 nel golfo del Messico, cosa che ha inevitabilmente influito si rendimenti finali, nonostante la società abbia deciso di utilizzare i fondi per riacquistare azioni proprie. Non a caso Michael Somogyi, analista di Moody’s ha rivisto l’outlook di Halliburton a negativo dato che l’operazione di funding con lo scopo di fare buy back andrà ad appesantire il debito col rischio che la società alla lunga possa perdere la A.

 

Halliburton cresce col petrolio e l’economia di guerra

 

ia_T73OAU1RkFondata nel 191 in Texas, Halliburton è una multinazionale specializzata in lavori pubblici e nello sfruttamento dei giacimenti petroliferi. Grazie agli stretti legami con gli ambienti politici e con il Pentagono, è diventata la più grande compagnia di servizi petroliferi del mondo con un fatturato di 28,5 miliardi di dollari nel 2012 con 75mila dipendenti. Azienda patriottica americana, è sospettata di aver fatto grossi affari i grazie ai contratti miliardari dell’outsourcing militare, soprattutto da quando Dick Cheney, ex Ceo di Halliburton, si è insediato nel governo Bush. Solo  con la guerra in Iraq, Cheney ha regalato alla sua società qualcosa come 18 miliardi di dollari in contratti relativi alla ricostruzione dell’industria petrolifera e alla logistica per le truppe. Per non parlare dei vari scandali di corruzione in giro per il mondo su cui i giudici americani stanno ancora indagando. E’ un po’ come la Finmeccanica italiana, ma molto più grande e potente, una sorta di braccio armato delle lobby Usa per estendere il controllo americano nei punti strategici del pianeta. Lo scorso anno Halliburton ha realizzato utili per 2,6 miliardi di dollari che hanno fatto contenti gli azionisti, ma le stime di crescita per il 2013 sono per un fatturato di 29 miliardi di dollari e per il 2014 di 32 miliardi, come si evince dalla tendenza in atto. Il secondo trimestre dell’anno si è infatti chiuso per Halliburton con ricavi che sono aumentati dell’1%, a 7,32 miliardi, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, attendendosi un’ulteriore crescita delle sue attività internazionali ed un miglioramento dei margini nell’America Settentrionale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Bond in dollari USA, Obbligazioni societarie

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.