Green bond Volvo per le auto elettriche, la cedola frutta il 2,5% all’anno

Emissione verde per la casa automobilistica svedese da 500 milioni di euro, finalizzata a sostenere la produzione di auto elettriche. Molto buone le condizioni offerte.

di , pubblicato il
Emissione verde per la casa automobilistica svedese da 500 milioni di euro, finalizzata a sostenere la produzione di auto elettriche. Molto buone le condizioni offerte.

La casa automobilistica svedese Volvo ha emesso ieri il suo primo green bond. L’obbligazione ha raccolto 500 milioni di euro da un nutrito gruppo di investitori istituzionali e ha ottenuto il rating massimo da Cicero, un provider indipendente e attivo nella ricerca e nella valutazione dei bond verdi per gli investimenti, vale a dire “Dark Green”. Lo scorso anno, Volvo lanciò un piano per la sostenibilità ambientale con la sua “vision” per il 2040. In particolare, ha fissato un taglio del 40% tra il 2018 il 2025 delle emissioni inquinanti durante il ciclo vitale, di cui -50% per le emissioni di scarico delle sue auto, -25% per le emissioni operative, vale a dire con riferimento alla logistica e alla manifattura, nonché -25% delle emissioni lungo la catena produttiva.

La data di regolamento del bond è stata fissata per il 7 ottobre, mentre la scadenza sarà ottobre 2027, a fronte di una cedola fissa annua del 2,50%, relativamente allettante per una scadenza a 7 anni. Il titolo risulterà negoziabile alla Borsa di Lussemburgo. Dell’operazione si sono occupati BNP, SEB e ING. Gli ordini hanno ammontato a 2,5 miliardi, 5 volte superiori l’importo offerto.

Obbligazioni Volvo in euro, rendimento al 2,2% e rating solido

Rating solidi e cedola alta

Per quanto ghiotta, la cedola di questo bond è risultata inferiore al rendimento esitato da un altro bond di Volvo e con scadenza più corta di quasi 3 anni. Parliamo del “callable” gennaio 2025, sempre denominato in euro e cedola 2% (ISIN: XS1724626699), che ieri si aggirava al 2,55%. Dunque, l’emissione è stata un successo a tutto tondo, a conferma dell’appetibilità dei green bond tra gli investitori istituzionali, e non solo.

Il responsabile finanziario della società, Carla de Geyseleer, ha dichiarato che “la comunità finanziaria gioca un ruolo cruciale nel sostegno allo sviluppo sostenibile, inclusa la transizione a un’economia a basse emissioni inquinanti.

A tale riguardo, è molto incoraggiante notare così tanto interesse degli investitori nell’aiutarci ad elettrificare la nostra flotta e realizzare le nostre ambizioni sul clima”.

Volvo ha chiuso il 2019 con un fatturato in crescita dell’8,5% a 274,1 miliardi di corone svedesi, pari a 26 miliardi di euro, un utile netto di 34,598 miliardi (3,29 miliardi di euro) e un indebitamento finanziario netto salito a 44 miliardi a giugno, più che quadruplicato su base annua. Molto solidi i rating assegnati dalle principali agenzie: A- per S&P, A+ per R&I e A3 per Moody’s.

Green bond, è svolta alla BCE: saranno acquistati e accettati come collaterale

[email protected]

 

 

 

Argomenti: , , ,