Green Bond: ExtraMOT continua a crescere con obbligazioni Iren

La nuova obbligazione Iren a 7 anni è stata inclusa nel segmento del listino ExtraMot dedicato ai green e social bond

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La nuova obbligazione Iren a 7 anni è stata inclusa nel segmento del listino ExtraMot dedicato ai green e social bond

Borsa Italiana dà il benvenuto oggi su ExtraMot Pro al secondo green bond di Iren. L’obbligazione viene inclusa, come la prima del 2017, nel segmento del listino dedicato ai green e social bond, nato per offrire agli investitori istituzionali la possibilità di identificare gli strumenti i cui proventi vengono destinati al finanziamento di progetti con specifici benefici o impatti di natura ambientale e/o sociale.

Per Iren, si tratta di un’emissione di 500 milioni, di durata 7 anni, con una cedola a tasso fisso dell’1,95%. Con il secondo green bond di Iren, il segmento green e social dei mercati Fixed Income di Borsa Italiana si arricchisce ulteriormente: sono ora 65 gli strumenti “sustainable” in negoziazione.

Siamo felici che Iren abbia scelto per la seconda volta ExtraMOT Pro e nello specifico il segmento dedicato ai green bond“, commenta Pietro Poletto, Responsabile dei mercati obbligazionari del LSEG. “Oggi quotare strumenti di debito sui mercati di Borsa Italiana apre alle aziende nuove opportunità di crescita attraverso un mercato sostenibile. I green bond in particolare stanno avendo un forte sviluppo in tutto il mondo e Borsa Italiana, da sempre a sostegno della finanza sostenibile e promotrice di best practice verso la transizione a un’economia a basso impatto ambientale, è molto soddisfatta del successo e del sempre maggiore interesse che il nuovo segmento genera negli emittenti e negli investitori domestici e internazionali“.

Paolo Peveraro e Massimiliano Bianco, rispettivamente presidente e a.d. di Iren, hanno dichiarato: “La grande attenzione di Iren ai temi della sostenibilità rappresenta un elemento di garanzia e affidabilità per il mercato e per un numero di investitori sempre più ampio attento alle tematiche ESG. E’ proprio grazie alla crescente credibilità di Iren sui temi della sostenibilità e alle evidenze progettuali a supporto che abbiamo potuto replicare – con successo – l’emissione di un nuovo Green Bond che consentirà di realizzare investimenti importanti a beneficio dei nostri clienti/cittadini e dei territori dove operiamo. Il successo dell’emissione obbligazionaria è un segnale forte da parte dei mercati che riconoscono al Gruppo un forte profilo di sostenibilità finanziaria, ambientale e sociale. Oggi Iren è l’unica local utility ad aver emesso due Green Bond che rappresentano circa il 40% del portafoglio obbligazionario. Questa visione, capace di integrare best practice finanziarie a tematiche di responsabilità sociale e ambientale, sarà uno dei pilastri del nuovo Piano Industriale che sarà presentato entro la fine del mese di settembre“.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Green Bond