Grecia: bond in rialzo su via libera Eurogruppo a nuova tranche di aiuti

Rendimento bond greci in ribasso su sblocco aiuti per 11 miliardi di euro. I soldi serviranno per pagare bond e cedole

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Rendimento bond greci in ribasso su sblocco aiuti per 11 miliardi di euro. I soldi serviranno per pagare bond e cedole

L’Eurogruppo odierno ha dato il via libera ad un esborso di circa 11 miliardi di euro alla Grecia da parte dei creditori europei, in modo da poter consentire ad Atene di far fronte alle proprie esigenze di cassa, incluso il pagamento di cedole ed il rimborso di circa 2 miliardi di bond greci detenuti dalla Bce in scadenza a luglio. Di conseguenza, le obbligazioni greche quotate si sono apprezzati parecchio nelle ultime settimane: il decennale è salito a 75 (da 55 di inizio anno) e ora offre un rendimento del 7,50%. Bene anche le obbligazioni greche triennali che a 95 remunerano il capitale con un interesse del 7,21%, mentre le biennali, allo stesso prezzo, pagano il 7,70%.  

Ristrutturazione debito Grecia tema caldo, ma ancora difficile

  L’altro tema, ancora piú caldo, è però quello della ristrutturazione del debito ellenico, punto chiave da cui dipende anche la partecipazione al piano di salvataggio del Fondo Monetario Internazionale che non condivide l’approccio adottato dalle autoritá europee e che vede i target fissati dai creditori come irrealizzabili. “L’obiettivo è trovare un accordo con il Fondo Monetario Internazionale” sulla questione del debito greco, ha affermato Jeroen Dijsselbloem, presidente dell’Eurogruppo, a margine del meeting odierno dei ministri delle Finanze dell’Eurozona, puntualizzando che “non è un’opzione andare avanti” nel programma di salvataggio di Atene “senza il Fondo”. “Verranno fatti diversi passi in avanti” per portare a compimento il processo di revisione del programma di salvataggio della Grecia e, certamente, si discuterá sul tema dell’alleggerimento del debito di Atene, ha aggiunto Valdis Dombrovskis, vice-presidente della Commissione europea, a margine dell’Eurogruppo, aggiungendo che “saremo in grado di raggiungere un accordo”. La garanzia del rispetto di determinate condizioni da parte della Grecia permetterá poi “l’esborso della prossima tranche di aiuti previsti dal piano” di salvataggio.  

Eurogruppo spinge per ulteriori riforme in Grecia

  Dombrovskis si aspetta un’ulteriore implementazione sul fronte delle riforme da parte della Grecia e il pieno soddisfacimento dei target imposti dalle istituzioni sulla scia di quanto giá fatto dal Parlamento greco, che, recentemente, ha approvato un nuovo pacchetto di misure di austerity. Il vice presidente del braccio esecutivo dell’Ue ha poi ribadito che è intenzione dei ministri della zona euro supportare “la piena partecipazione del Fondo Monetario Internazionale. Vogliamo lavorare con l’Organizzazione in maniera veramente costruttiva”. Infine Dombrovskis ha sottolineato nuovamente che il tema della ristrutturazione del debito greco sará sicuramente parte delle discussioni. “E’ chiaro che i creditori europei hanno stabilito alcune condizioni”, escludendo un taglio diretto del debito di Atene. In ogni caso, ha concluso il vice-presidente della Commissione europea, “le decisioni devono essere prese nel pieno rispetto del quadro normativo dell’Esm e dell’Efsf”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove obbligazioni, Obbligazioni High Yield, Bond Grecia

I commenti sono chiusi.