Gpi: ok emissione bond fino a 20 milioni di euro

Le obbligazioni Gpi Group avranno una cedola a tasso fisso del 3% e saranno convertibili in azioni della società

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni Gpi Group avranno una cedola a tasso fisso del 3% e saranno convertibili in azioni della società

Il Cda di Gpi, partner tecnologico di riferimento nel mercato della sanità e del sociale quotato sull’Aim Italia, ha deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario fino a un massimo di 20 milioni di euro “Gpi – 3% 2017-2022” destinato a rimodulare l’esposizione a medio-lungo termine. Il prestito, spiega una nota, sarà costituito da un massimo di 400 titoli obbligazionari da 50.000 l’uno e sarà quotato sul “Extra MOT PRO” di Borsa Italiana.

Gpi intende utilizzare i proventi derivanti dalla sottoscrizione del prestito per il rifinanziamento del debito e il mantenimento della diversificazione delle fonti di finanziamento rispetto al tradizionale canale bancario, a supporto dei progetti di crescita del gruppo, sia per linee interne, tramite investimenti per l’internazionalizzazione dell’offerta commerciale, sia per linee esterne. Il Cda ha poi rinnovato il programma di acquisto di azioni proprie con lo scopo di incrementare lo stock di azioni proprie già presenti nel ‘magazzino titoli’ della società e, infine, sono stati sottoscritti gli atti di fusione per incorporazione in Gpi di tre società interamente possedute – Evolvo, Crg e Spid – allo scopo di conferire maggior efficacia ed efficienza a livello consolidato e di consentire una più chiara visibilità e trasparenza del gruppo sul mercato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni convertibili