Governo lavora a Manovra ma per SocGen arriverà downgrade

Gli analisti di Societe Generale ritengono che Moody's potrebbe tagliare il rating dell'Italia anche se la Legge di Bilancio dovesse sembrare buona

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Gli analisti di Societe Generale ritengono che Moody's potrebbe tagliare il rating dell'Italia anche se la Legge di Bilancio dovesse sembrare buona

Lo spread Btp/Bund tratta in lieve allargamento a 226 punti base rispetto ai 224 della chiusura di ieri. Il focus resta sulla Legge di Bilancio. Un vertice di Governo è in corso in questo momento a Palazzo Chigi proprio sulla Manovra finanziaria.

Gli analisti di Societe Generale ritengono però che Moody’s potrebbe comunque tagliare il rating dell’Italia anche se la Legge di Bilancio, a una prima occhiata, dovesse sembrare buona. “Attenti a non leggere in maniera superficiale i numeri del budget. Vanno capiti bene i presupposti e cosa il bilancio copra e va valutata la credibilitá dell’intero pacchetto”, spiegano gli esperti. Per SocGen è logico che il Ministero delle Finanze cercherá di smorzare i timori del mercato sull’outlook dei conti italiani, ma “siamo scettici che i numeri del budget saranno abbastanza buoni da evitare un downgrade da parte di Moody’s”.

Ieri, ricorda poi Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners, c’è stata un po’ di volatilità sullo spread. Il pretesto lo ha fornito il circolare, sui media internazionali, di alcune dichiarazioni di un intervista di Luigi Di Maio in cui il Ministro del Lavoro avrebbe sostenuto che se non si trovano risorse per realizzare il programma, tanto vale “andare a casa”. Nonostante una giornata decisamente positiva per i risk asset lo spread ha quindi chiuso la seduta di ieri in allargamento di 4 punti base.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ratings