GAM Investments sigla due mandati per le Banche di Credito Cooperativo

Lanciati da GAM nuovi mandati per le Banche di Credito Cooperativo (BCC). Raccolti 350 milioni di franchi svizzeri

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Lanciati da GAM nuovi mandati per le Banche di Credito Cooperativo (BCC). Raccolti 350 milioni di franchi svizzeri

GAM Investments – uno dei maggiori Asset Manager indipendenti, tra i leader in Europa nella costituzione e gestione amministrativa di veicoli d’investimento personalizzati per Investitori Istituzionali – ha lanciato nel secondo trimestre due nuovi mandati per le Banche di Credito Cooperativo (BCC). La raccolta si è conclusa a fine giugno ed è stata superiore a trecentocinquanta milioni di franchi svizzeri – quasi equi distribuita sui due mandati. Uno dei mandati contiene una strategia di “Target Date” con focus sul segmento del “Credito”, con durata limitata ed è gestito dal team di Darren Reece di GAM Londra.

L’altro mandato, gestito dal Team Multi-Asset Italia (MACS) guidato da Massimo De Palma propone una strategia del tutto nuova. Volatilità in crescita, prezzi delle asset class superiori alla media storica, Banche Centrali in uscita dal QE, sono tutti segnali che mostrano come il mercato abbia bisogno di soluzioni diversificate e robuste anche da un punto di vista comportamentale. La strategia di questo mandato, grazie alla costruzione graduale e progressiva nel tempo di un portafoglio multi-asset in fondi ed ETF, ha l’obiettivo di attutire la volatilità per investitori tradizionalmente avversi al rischio. Il concept è innovativo perché combina all’interno dello stesso strumento due diverse strategie:

1. la tradizionale ricerca di rendimento, che attrae l’interesse dell’investitore avverso al rischio

2. l’investimento graduale e progressivo nelle asset class rischiose. Tale approccio tiene conto dei fondamenti della finanza comportamentale creando un meccanismo che tende a beneficiare delle fasi di ribasso dei mercati e a confermare gli orizzonti temporali di medio e lungo termine.

Riccardo Cervellin, Country Head GAM Italia SGR: “Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto che conferma la grande capacità di GAM di saper leggere le esigenze del mercato italiano e di elaborare risposte adeguate ed apprezzate. In particolare, il mandato in questione offre una soluzione interamente elaborata dalla struttura italiana e sarà gestita dal team di Massimo de Palma, che si avvarrà anche dell’esperienza del Team di Darren Reece di GAM Londra. Questa strategia rappresenta la perfetta sintesi delle competenze nelle soluzioni multi-asset e del lavoro svolto in questi anni nell’ambito della finanza comportamentale. Anche la collaborazione con BCC Risparmio e Previdenza, cui va riconosciuto il merito di sposare una soluzione innovativa, ne esce ulteriormente rafforzata”.

Vincenzo Palli, Direttore Generale di BCC Risparmio e Previdenza: “Da molti anni i Piani di Accumulo rappresentano, per la clientela di riferimento del Credito Cooperativo una forma privilegiata d’investimento, che spesso prevedevano per l’investimento un orizzonte temporale predefinito. Con la nuova strategia abbiamo voluto dare continuità al lavoro sin qui svolto assieme alle banche di Credito Cooperativo ma nello stesso tempo evolvere verso una forma d’investimento più matura in grado di coniugare i benefici della gradualità dei piani di accumulo con l’investimento in asset class diversificate e a maggior valore aggiunto. La bontà di questa scelta è stata confermata dall’apprezzamento del Fondo da parte della clientela delle BCC confermata da una raccolta che è stata superiore a quella del fondo più “tradizionale” collocato nel medesimo periodo”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti