Francia: riparte selloff su bond, Parigi si comporta come periferia

Gli investitori temono la vittoria dell’estrema destra alle elezioni in Francia. Si allarga lo spread

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Gli investitori temono la vittoria dell’estrema destra alle elezioni in Francia. Si allarga lo spread

Sono tornate le vendite sull’obbligazionario francese con gli investitori che continuano a liberarsi dei titoli di Stati di Parigi in vista delle prossime elezioni presidenziali.

Lo spread tra gli Oat e i Bund tratta in allargamento a 72 punti base rispetto ai 66 della chiusura di ieri. I bond transalpini si stanno comportando come quelli della periferia dell’Eurozona, con rendimenti in rialzo di Italia, Spagna, Portagallo e Grecia.

Spread Btp/Bund in rialzo

In particolare il differenziale Btp/Bund viaggia a 187 punti base rispetto ai 178 della chiusura di ieri e il costo di finanziamento del decennale ellenico tratta invece in rialzo al 7,824% rispetto al 7,744% della scorsa seduta mentre proseguono, con scarsi passi in avanti, le trattative tra Atene e i creditori sul piano di salvataggio. Il Paese greco “è uno dei fattori che stanno alimentando l’incertezza nell’economia mondiale e specialmente nell’Eurozona”, confermano gli strategist di Nordea.Il decennale tedesco si gode invece la fase di l’avversione al rischio sui mercati e il perdurare dei rischi politici con il rendimento del Bund in calo di 8 punti base allo 0,31%.

Investitori vendono Oat francesi, temono Le Pen

Tornando a Parigi, a preoccupare gli investitori è la possibilità che la candidata del Front National Marine Le Pen, che ha promesso di portare la Francia fuori dall’Eurozona, possa vincere le elezioni presidenziali. Betfair ad esempio le assegna una possibilità di successo del 28,6%, in rialzo rispetto al 20,3% di inizio febbraio. Nel frattempo gli investitori esteri hanno venduto 30 miliardi di euro di bond francesi negli ultimi tre mesi del 2016 in base ai dati diffusi dalla Banca centrale europea. Un ammontare così consistente non si vedeva da circa due anni. I problemi di Parigi però non riguardano solo l’obbligazionario. In base a un sondaggio effettuato da Bank of America Merrill Lynch tra diversi fund manager, il sentiment degli investitori a livello globale verso l’azionario francese è peggiorato, attestandosi sui minimi da 24 mesi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bond Francia

I commenti sono chiusi.