Filippine: economia in forte crescita, bond al massimo storico

Le obbligazioni delle Filippine rendono poco più del 2% e non sono più rischiose di quelle dell’Italia

di , pubblicato il
Le obbligazioni delle Filippine rendono poco più del 2% e non sono più rischiose di quelle dell’Italia

Continua ad accelerare l’economia della Filippine, anche se lo fa con un tasso marginalmente più basso. La Philippine Statistics Authority ha infatti comunicato di avere rivisto dal 6,9% al 6,8% la crescita del Pil di Manila nel primo trimestre. Il dato è comunque superiore al 6,5% registrato nel quarto trimestre 2015 e al 6,0% del terzo. Nell’intero 2015 la crescita era stata del 5,8% contro il 6,1% del precedente esercizio ma meglio rispetto al 5,7% atteso dagli economisti. Giovedì verrà diffusa la lettura preliminare relativa al secondo trimestre di quest’anno: è del 6,7% la stima di crescita del consensus del Wall Street Journal.

Bond Filippine rendono il 2,25% fino al 2025

Che le cose vanno bene, è dimostrato anche dal rendimento delle obbligazioni. Il bond governativo 10,625% 2025 in dollari (codice ISIN US718286AP29 ) viaggia sui massimi di sempre a quota 165 per un rendimento del 2,25% a scadenza. Sulla parte breve della curva, invece, il rendimento è dimezzato: le obbligazioni con scadenza 2019 e cedola 8,375% (codice ISIN US718286BE62 ) offrono uno yield del 1,26%. Il rating dei bond delle Filippine è BBB-, al pari di quello italiano, ma gli indicatori economici sono decisamente migliori. Le Filippine hanno chiuso il 2015  con una valore reale di crescita del Pil intorno al 6%, e con una previsione media del 6,2% all’anno per il periodo 2016-19 sostenuta anche dal crescente livello di urbanizzazione, dunque con un forte stimolo della domanda centrato particolarmente nei settori delle costruzioni e dei servizi di trasporto. La crescita dei consumi e’ alimentata da un livello occupazionale in aumento  costante, seppur ancora insufficiente, e dall’ enorme volume di rimesse dei lavoratori dall’estero che contribuisce a circa il 10% del Pil complessivo.

Argomenti: , ,