Fed: economisti vedono 3 rialzi tassi nel 2018 e altri 2 nel 2019

Secondo il Wall Street Journal, dopo il rialzo dei tassi atteso per oggi, ci saranno altri cinque incrementi del costo del denaro nei prossimi due anni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Secondo il Wall Street Journal, dopo il rialzo dei tassi atteso per oggi, ci saranno altri cinque incrementi del costo del denaro nei prossimi due anni

Gli economisti si aspettano che la Federal Reserve procederà con 3 rialzi dei tassi d’interesse nel 2018 e con altri 2 nel 2019, sulla scia del rafforzamento dell’economia e del calo del tasso di disoccupazione. È quanto emerge da un sondaggio compiuto dal Wall Street Journal tra esperti privati, che conferma le stime presentate a settembre dai funzionari dell’autorità monetaria statunitense e che dovrebbero essere mantenute intatte in occasione della riunione odierna del Fomc.

Dopo l’aumento del costo del denaro atteso per oggi, gli economisti prevedono che nel lungo periodo il tasso di riferimento si stabilizzerà tra il 2,75% e il 3%, anche in questo caso in linea con le cifre presentate dalla Fed. La crescita economica degli Stati Uniti dovrebbe invece attestarsi al 2,5% a/a nel quarto trimestre del 2017 e al 2,6% nel 2018, per poi gravitare attorno al 2,2% nel lungo periodo. Infine, sul fronte dell’inflazione, gli esperti ritengono il target del 2% sarà raggiunto nel 2019, mentre il tasso di disoccupazione dovrebbe scendere dal 4,1% attuale al 3,9% alla fine del 2018, prima di tornare al 4,3% a lungo termine.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Macroeconomia